In questo articolo si parla di:

Gli scienziati dell’ MIT (Massachussets Institute of Technology), uno degli atenei più autorevoli per lo studio delle scienze applicate, hanno segnato un importante passo avanti nello studio di questo materiale che da più parti viene indicato come il futuro per l’industria delle bici.

Un’ importante azienda italiana come Vittoria, sempre al passo con le innovazioni del mercato, già da tempo utilizza questo materiale per migliorare le qualità di ruote e gomme.

Fino ad ora si è riusciti ad utilizzarlo nella sua forma 2d, con questo materiale si sono creati copertoni, ruote, il telaio più leggero al mondo e abbigliamento dalle caratteristiche di grande resistenza alle abrasioni. In questo formato è risultato essere infatti il materiale con il miglior rapporto peso-resistenza del pianeta. Negli Stati Uniti sono però riusciti a creare una forma 3d di grafene, aprendo la strada a innumerevoli usi, tra cui appunto quello dell’industria del ciclo.

La squadra dietro la scoperta di questa struttura 3d ha creato un materiale con solo il 5% della densità di acciaio, ma con dieci volte la sua resistenza. Analizzando il comportamento della struttura 3d fino al livello atomico, sono stati anche in grado di produrre un modello matematico che può “prevedere con precisione risultati sperimentali.

Nel seguete video le conclusioni degli esperti sulla sperimentazione di questa nuova scoperta.

Il testo completo della news dal sito della rivista Science Advances.