In questo articolo si parla di:

Il 1987 era un altro mondo! I ciclisti professionisti correvano le cronometro con i cappellini da ciclista girati all’indietro (per essere più aerodinamici evidentemente), le bici avevano i puntapiedi e si cambiava staccando le mani dalla piega e mettendole sul tubo obliquo, mentre oltre che alle cronoscalate c’erano persino le “politically scorrect” cronodiscese!

In questo scenario, proprio nel 1987 un uomo che arrivava dal profondo nord, dalla capitale dell’Irlanda precisamente, compì un impresa incredibile con una squadra e una bici italiane.

L’impresa fu quella di vincere nella stessa stagione agonistica i tre eventi più importanti, rispettivamente Giro D’Italia, Tour De France e Campionato del Mondo. La squadra è una delle più iconiche del ciclismo italiano e internazionale, la Carrera -Vagabond del D.S. Davide Boifava. Ma cosa più importante la bici era una Battaglin in acciaio.

Officine Battaglin prosegue la tradizione di uno storico marchio

Officina Battaglin nasce nel 2014 per mano di Giovanni Battaglin , il secondo corridore nella storia a vincere nello stesso anno Giro D’Italia e Vuelta D’Espana. Dopo il ritiro dall’attività professionistica , fino al 1996 produce migliaia di biciclette da corsa in acciaio, vendute in tutto il mondo, prima che alluminio e carbonio dominassero la scena ciclistica. Utilizzando gli stessi processi e gli stessi artigiani di vent’anni fa ,con il nuovo marchio Officina Battaglin ha dato vita ad una nuova “generazione” di telai in acciaio realizzati interamente in Italia, diventando così l’unico produttore italiano ad avere condiviso in prima persona con le biciclette in acciaio le competizioni professionistiche piu’ importanti del mondo.

Giro D’Italia, foto Cor Vos ©1981
Battaglin

Stephen Roche 30° anniversario in edizione limitata

Proprio uno di questi telai, in edizione limitata, è dedicato alla storica impresa di Roche, 30 anni dopo. Stephen Roche è considerato uno degli atleti più talentuosi di tutti i tempi e il culmine della sua carriera è considerato il più grande successo di sempre nel ciclismo professionistico. Ai Mondiali di Villach 1987 Stephen Roche conquista la maglia iridata. Due mesi prima ha vinto anche il Tour de France e due mesi prima del Tour de France ha vinto il Giro d’Italia. Prima di Stephen Roche, solo Eddy Merckx era riuscito a conquistare la “Tripla Corona”. Dopo il 1987, nessuno è più riuscito a ripetere la stessa impresa. Nel ciclismo il nome di Stephen Roche significa raggiungere un traguardo che tutti credono irraggiungibile.

Stephen Roche è un telaio dedicato al campione irlandese costruito con le stesso processo di 30 anni fa, aggiunge finiture esclusive alla costruzione a congiunzioni classica. Il telaio è costruito con tubazioni Columbus, come un vero e proprio gioiello senza tempo. E’ un tributo alla leggendaria bicicletta in acciaio Battaglin del 1987 e una celebrazione dell’inesauribile bisogno di traguardi distingue i grandi campioni.

Un’edizione limitata di soli 30 pezzi disponibili in tutto il mondo.

www.officinabattaglin.com