In questo articolo si parla di:

Torna la 12H Cycling Marathon il 3 e 4 giugno sempre sulla pista dell’Autodromo di Monza. Anche per questa edizione rimane la formula “dal tramonto all’alba” e in più solamente una settimana prima della terza edizione, l’autodromo sinonimo di velocità, accoglierà la tappa conclusiva del Giro d’Italia che per la sua centesima edizione
ha scelto questa cornice.


Una manifestazione giunta alla terza edizione e che ha in Andrea Massimello il suo ideatore: “La 12H Cycling Marathon nasce dall’incontro e dall’esperienza di vari attori. Con Linus e Aldo Rock di Radio Deejay siamo riusciti a far diventare un sogno realtà. L’epica, la passione, la sfida con se stessi, la velocità. La voglia di stare insieme, di essere in tanti, di condividere un’impresa unica e memorabile. Abbiamo deciso di correre di notte sia per rendere più emozionante questa sfida, sia per pedalare con la temperatura ottimale, evitando l’asfalto rovente dell’estate.
Correre deve essere un piacere e non una sofferenza. “Bike Like a Deejay”: per noi sarà una filosofia e un viaggio appassionante dal tramonto all’alba. Inoltre la manifestazione si svolge in location uniche ed eccezionali, facili da raggiungere. Un circuito in grado di offrire la massima sicurezza, servizi e supporto tecnico” ha dichiarato Massimello.

Programma
Il 28 maggio, in occasione del Giro d’Italia i protagonisti pedaleranno sui 5,793 km del leggendario asfalto  per la gara a cronometro
La sera del 3 giugno la pista sarà riconquistata dai “night riders” della 12H di Monza. Sportivi che per questo appuntamento arrivano da molte regioni italiane e in numeri sempre più consistenti anche dall’estero. In particolare dall’Europa dove si stanno affermando manifestazioni endurance simili della durata di 12 o 24 ore.

Un circuito europeo
Adrenalina e divertimento per unanotte di sport che ritroverete anche in Inghilterra con la “Revolve24” di Brands Hatch o in Germania con la “Rad am Ring” sull’autodromo del Nurburgring oppure in Francia con la celebre “24 Héures Vélo” di Le Mans. Nella tappa italiana del 2017 ritroviamo i punti forti di questo format: una corsa dal tramonto all’alba pedalando dalle 8 di sera alle 8 di mattina a mo’ di staffetta. Le iscrizioni sono aperte a team di 2, 4, 8 componenti, ma anche agli impavidi solitari che pedaleranno fino al limite delle loro forze.

Radio DeeJay conferma il suo supporto, portando con sé uno spirito sportivo che si è affermato nel running da
oltre 10 anni con le DeeJay Ten e che si declina sulla pista con la stessa filosofia: bike like a deejay, ovvero se lo fa
un deejay (anche se si chiama Linus, Alex Farolfi o Aldo Rock) può farlo chiunque.

La Cycling Marathon si allinea perfettamente a questo spirito e lo declina anche nella possibilità di fare team building con i propri colleghi o di aderire a progetti charity con il programma “pedala solidale”.
www.cyclingmarathon.com