In questo articolo si parla di:
19 Aprile 2017

La Valtellina è un territorio veramente unico. Un patrimonio della Regione Lombardia che spesso è stata teatro di imprese epiche al Giro d’Italia. Anche quest’anno la carovana rosa passerà in territorio valtellinese con due tappe che si preannunciano interessanti sia dal punto di vista agonistico sia da quello paesaggistico.

Tappa 16 Rovetta – Bormio 227 Km – 23 maggio

Circa 5.400 metri di dislivello. Dopo una prima salita fino a Edolo si scala il Mortirolo da Onno, salito da questo versante l’ultima volta nel 1990 e poi dopo un passaggio sull’arrivo a Bormio si affrronterà lo Stelvio, Cima Coppi della corsa rosa per arrivare a Prato allo Stelvio. Poi fino a Glorenza, in Svizzera, per affrontare l’Umbrail Pass e rientrare in Italia solo a 3 Km dall’arrivo e ridiscendere a Bormio.

Tappa 17 Tirano – Canazei 219 Km – 24 maggio

Si inizia con la scalata in successione di Aprica e Passo del Tonale per poi scendere verso la Val di Sole e la Val di Non. Salita poi per la Val di Cembra, Val di Fiemme e Fassa. Gli ultimi 70 km sono una lunga salita, non troppo impegnativa, che può preannunciare una volata finale ristretta.

www.giroditalia.it