In questo articolo si parla di:

Presentato in esclusiva durante il mese di aprile alle Canarie siamo di fronte a un vero e proprio progetto infatti, quello che distingue Campagnolo, e l’abbiamo toccato con mano, è che tutti i nuovi componenti sono sotto la sigla H11.

Parliamo in questo caso di nuove guarniture, in grado di ottimizzare il fattore Q, realizzate specificatamente per i nuovi freni a disco. Il nuovo sistema H11 si declina quindi nei gruppo Super Record, Record e Chorus (leva e freno in carbonio) per il Potenza, presentato l’anno scorso in alluminio. Per le versioni Super Record EPS e Record sono state realizzare delle leve compatibili con il sistema elettronico.

Mozzo: si avrà una nuova misura di 142mm per quello posteriore mentre l’anteriore rimane di 100mm.

Nuovo standard H11
I comandi Ergopower non hanno perso la loro caratteristica principale infatti, nonostante la presenza del serbatoio che rialza di 8mm la parte superiore del comando, si tratta di un innalzamento che consente una presa più ferma e una posizione rialzata molto comoda. Si tratta di un cilindro intercambiabile, destra sinistra, che utilizza olio minerale. Dato molto interessate è la regolazione, attraverso una chiave a brugola di 2,5mm, della distanza della leva dal manubrio. Short hand o long hand, ideale per chi ha mani piccole, per esempio le donne, ma anche per tarare la “potenza” della frenata sul disco. Dobbiamo inoltre specificare che questo è un componente sviluppato insieme alla tedesca Magura, leader a livello mondiale nel settore, partner con Campagnolo nello sviluppo di alcuni progetti.
Guarnitura H11
Come detto sopra il mozzo posteriore è di 142mm e la nuova guarnitura, in carbonio per Super Record, Record e Chorus e le misure sono previste anche per Potenza, con la sua specifica. Inoltre, il progetto ha permesso di mantenere il fattore Q a 145,5mm quindi diminuendo lo spazio tra guarnitura e pedivella.

Dischi
Disponibili da 140 e 160 mm in acciaio, lavorati dal pieno quindi in un pezzo unico, in grado di essere maggiormente resistenti al calore. Inoltre, la leggera smussatura su tutta la circonferenza li rende anche molto più sicuri.


Corpo freno
In alluminio con la compatibilità con l’innesto flat mount, non servono quindi adattamenti per i telai che sono presenti sul mercato. Il design è molto essenziale ed elegante dove il materiale, si vede, è stato ridotto al minimo per evitare peso superfluo. Il serbatoio, a rubinetto, per lo spurgo è studiato per evitare uscite di liquido non necessarie. Anche il montaggio avviene solo attraverso due viti, disponibili in due lunghezze a seconda dei telai ( 19, 24 29, 34, 39, 44 mm). Nulla è superfluo quindi tutto è più leggero. I pistoni, in resina fenolica, sono di 22 mm. La resina fenolica è in grado di dare isolamento termico e maggiore resistenza. Esiste poi una molla magnetica, e non meccanica, per un rendimento più uniforme nel tempo. Pastiglie: in resina organica per una frenata più calibrata. Montate su un piccolo telaio in acciaio hanno una sorta di indicatore dell’usura, visivo e anche sonoro. Inoltre, Campagnolo ha brevettato questo sistema di pastiglie che è più silenzioso

PESI TOTALI
Super Record EPS: 2355 gr.
Super Record; 2228 gr.
Record EPS: 2390 gr
Record: 2260 gr.
Chorus 2319 gr.
Potenza 2613 gr.

 

www.campagnolo.com