In questo articolo si parla di:
22 Agosto 2017

Il gruppo finlandese Amer Sports, proprietario dei marchi Salomon, Arc’teryx e Wilson, vede progredire le vendite dell’1% (+2% prima dei cambi) nel trimestre chiuso a fine giugno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Le sue vendite hanno raggiunto i 483 milioni di euro nel periodo.

 

“Nel secondo trimestre, la domanda dei consumatori per i nostri marchi è rimasta elevata e abbiamo registrato una crescita a due cifre nei nostri settori prioritari e strategici, come l’abbigliamento, la rete di negozi in proprio, l’e-commerce e il mercato cinese”, ha spiegato Heikki Takala, il CEO del gruppo. “Benché i nostri ordini siano stati buoni nella maggioranza del mercato americano, le nostre vendite in questo canale si sono mostrate ancora in calo, dato che ci troviamo di fronte a una minore quantità di negozi fisici, a seguito dei fallimenti di alcuni dei nostri clienti nel 2016”.

Segmenti e aree

Le vendite del segmento outdoor crescono del 3%, a 238 milioni di euro, con gli sport con la palla aumentati dell’1%, a 167 milioni, così come il fitness, che arriva a oltre 81 milioni. L’attività del gruppo nell’area EMEA si è contratta del 2%, a meno di 170 milioni di euro, mentre nel trimestre le sue vendite sono aumentate del 4% nella zona Americhe, a 238 milioni di euro. L’Asia-Pacifico ha generato quasi 79 milioni di euro, crescendo dell’8 %. Amer ha però visto intaccati i propri margini, ma la direzione lo spiega con gli investimenti fatti per l’apertura dei nuovi punti vendita e la creazione del suo database dei consumatori, nell’e-commerce e nella rete di negozi fisici per sviluppare il suo modello omnicanale, sia in America che USA.

Bilancio del gruppo dei primi 6 mesi

Il gruppo ha così reso note perdite nette per il trimestre pari a 24 milioni di euro, contro i meno di 15 milioni di un anno prima. Nel semestre, il gruppo vede le vendite raggiungere gli 1,149 miliardi di euro, contro gli 1,112 dell’anno scorso. Mentre nel 2016 il risultato netto del gruppo era positivo per 8,5 milioni nei primi 6 mesi del 2016, quest’anno Amer Sports accusa una perdita di 4,5 milioni. La direzione punta ad ottenere una crescita delle vendite per la totalità dell’esercizio e intende raggiungere un margine operativo lordo, escludendo eventi eccezionali, equivalente a quello del 2016, vale a dire quasi 222 milioni di euro.