In questo articolo si parla di:

Sono in corso i mondiali di ciclismo su strada, e non solo i ciclisti sono i protagonisti della rassegna iridata, perché anche tra le aziende c’è chi si ritaglia spazio per la qualità dei propri prodotti.

Partner dell’Union Cycliste Internationale, Santini Cycling Wear presenta domani – sabato 23 settembre – nella splendida cornice dei mondiali di Bergen in Norvegia, la nuova collezione UCI per il 2018.

Monica Santini, AD Santini Cycling Wear

“Una partnership esclusiva tra la federazione mondiale del ciclismo e Santini che rappresenta un capitolo fondamentale della storia aziendale e familiare – dichiara Monica Santini, amministratore delegato di Santini Cycling Wear – e che si consolida di stagione in stagione, dal 1988″.

A brillare nella collezione Santini UCI, accanto alla tradizionale maglia ufficiale destinata ai Campioni del Mondo di tutte le discipline, una nuova collezione che si arricchisce di linee speciali che celebrano la partnership tra Santini e la UCI e che raccontano il legame profondo tra queste due realtà, un legame fatto di storia e passione per il ciclismo.

La maglia dei sogni

La maglia UCI è nei sogni di ogni ciclista: è la jersey da indossare con orgoglio, per la quale soffrire e lottare. La maglia iridata viene assegnata ai campioni del Mondo di tutte le discipline UCI, individuali e di squadra, tra cui ciclismo su strada, pista, MTB, ciclocross, trial, ciclismo artistico, ciclo palla e para-ciclismo. I cinque colori, blu, rosso, nero, giallo e verde derivano dagli anelli olimpici e sono stati indossati per la prima volta da Alfredo Binda nel 1927. Ma non finisce qui, perché nella nuova collezione realizzata da Santini anche una proposta che guarda al futuro, partendo proprio dal passato. A breve la presentazione ufficiale…