In questo articolo si parla di:
9 Novembre 2017

È ormai chiaro il coinvolgimento di KTM Industries AG all’interno di Pexco, società fondata da Susanne Puello per il lancio di eBike di ultima generazione. Tuttavia, le dichiarazioni rilasciate da Stefano Pierer, CEO di KTM Industries AG, in occasione di Eurobike 2017, hanno determinato reazioni immediate da parte dei vertici di KTM Fahrrad GmbH. Pierer, riferendosi alla collaborazione con Pexco, tiene infatti a sottolineare che: “Per noi il mercato della bicicletta e le e-bikes sono il prossimo passo logico per crescere la nostra attività”.

Diritto di esclusiva per il marchio KTM

Stefan Limbrunner, amministratore delegato di KTM Fahrrad GmbH, dichiara in proposito: “Noi, KTM Fahrrad GmbH, abbiamo un accordo di licenza comune con KTM AG (gruppo motociclette) risalente all’anno 1997. In questo contratto di licenza solo noi abbiamo ottenuto il diritto mondiale ed esclusivo di utilizzare il marchio e la parola chiave KTM nel settore della bicicletta”.

Misure legali già attive in Austria e Germania

Attraverso un comunicato stampa, Limbrunner ha inoltre aggiunto di aver già fatto ricorso a misure legali in Austria e Germania. “Abbiamo fatto questo per garantire i nostri diritti nei confronti di KTM Industries AG […]. Anche Pexco GmbH non ha il diritto di utilizzare la parola chiave KTM, per qualsiasi scopo, nell’industria della bicicletta: attualmente auspichiamo una risoluzione rapida e corretta del caso, ricorrendo, qualora necessario, all’avvio di future azioni legali contro Susanne Puello e Pexco”. Secondo i vertici di KTM Fahrrad GmbH, il gruppo KTM AG avrebbe già confermato ufficialmente di non aver concesso a Pexco il diritto di utilizzare il marchio KTM e relativa parola chiave nell’industria della due ruote, pertanto il suo utilizzo non avrebbe alcuna base giuridica.

(Fonte: bike-eu.com)

Photo Cover by Mikhail Pavstyuk on Unsplash