In questo articolo si parla di:
17 Dicembre 2018

L’organizzatore di Interbike, Emerald Exposures, ha annunciato la cancellazione dell’edizione 2019 del principale show di biciclette in America. “Gli ultimi quattro anni sono stati difficili per il mercato delle biciclette negli Stati Uniti“, afferma Darrell Denny, Vicepresidente esecutivo di Emerald Expositions ‘Sports Group. Il mercato negli Stati Uniti è già pesantemente in difficoltà, ma con le tariffe  annunciate sui prodotti per biciclette dalla Cina, è avvenuto il colpo di grazia a una manifestazione già in sofferenza.

Il direttore dello show, Justin Gottlieb , il direttore delle vendite, l’esperto Andria Klinger, il direttore artistico Andy Buckner e il direttore marketing Jack Morrissey lasceranno l’azienda il 31 dicembre. “Il sostanziale aumento delle tariffe sulle importazioni legate alla bicicletta durante il 2018 e annunciato per il 2019 sta aggravando queste sfide“, afferma Darrell Denny. “Di conseguenza, stiamo ripensando a come servire al meglio il settore del ciclismo e nei prossimi mesi condurremo una revisione dei possibili tempi, luoghi e formati con rivenditori, marchi, distributori, rappresentanti, designer e media. Il nostro obiettivo è quello di sviluppare e fornire soluzioni ponderate che forniscano forti ritorni sugli investimenti per tutti i partecipanti del settore “.

La fine di un’era, il direttivo abbandona il 31 dicembre

Quest’anno Interbike ha iniziato con un nuovo concept a Reno / Nevada dopo molti anni a Las Vegas / Nevada. Il feedback su questo evento è stato molto contrastante. In effetti, la più grande fiera di biciclette in America ha affrontato un calo graduale di espositori e visitatori nel corso degli anni. I principali fornitori e marchi di biciclette non hanno più partecipato a questo raduno annuale dell’industria. Hanno preferito i propri eventi. Lo stesso sta accadendo attualmente anche in Europa, seppure sembra in maniera meno drastica, creando difficoltà a tutte le fiere di settore. Interbike, fondata nel 1982 e cresciuta con il boom della mountain bike del Paese, sembra quindi ora essere destinata all’oblio.