In questo articolo si parla di:
25 Luglio 2019

Il mercato delle biciclette sta probabilmente vivendo i maggiori cambiamenti mai vissuti dall’invenzione dei pneumatici in gomma. Nei più importanti mercati europei della bicicletta come la Germania, i Paesi Bassi, l’Austria e la Svizzera, il boom dell’eBike non accenna a diminuire. Contemporaneamente, le biciclette elettriche stanno prendendo piede anche in nuovi mercati come la Francia, l’Italia, la Scandinavia e la Gran Bretagna. In questi paesi inoltre già da tempo si è cominciato a riconsiderare la bicicletta come un vero e proprio mezzo di trasporto. Questo trend si accompagna a un significativo incremento di nuove forme di servizi come il bike sharing e il noleggio di biciclette.

Gli attuali cambiamenti nel mercato della bicicletta si riflettono sull’Eurobike. La mobilità elettrica, la digitalizzazione, l’integrazione dei sistemi e la delocalizzazione della produzione sono temi dominanti nel business globale della bicicletta. Nuovi operatori provenienti da tutto il mondo stanno arricchendo l’industria con prodotti innovativi, soluzioni e approcci alternativi alle future esigenze di mobilità“, afferma Stefan Reisinger, Division Manager della Fiera Friedrichshafen, e continua: “Il futuro inizia qui ed ora,  Eurobike mostra ciò che verrà domani e fornisce nuovi stimoli e spunti di riflessione per il commercio, l’industria e tutti gli altri operatori del mercato. La presenza pluriennale di marchi di alto livello combinata con quella dei nuovi arrivati e la loro capacità di fornire nuovi stimoli e innovazioni, garantisce anche quest’anno all’Eurobike, con i suoi più di 1400 espositori, una qualità ai massimi livelli“.

Uno dei pionieri nel settore del leasing e dello sharing è la cooperativa di concessionari ZEG (stand B1-200), che quest’anno a Friedrichshafen presenta per la prima volta, oltre a tutte le marche di biciclette, anche il nuovo progetto “Sharea”. I termini “Share” e “Area” che compongono il nome descrivono un sistema che consente agli amministratori di grandi complessi residenziali di offrire in futuro ai propri inquilini un servizio di mobilità elettrica integrato nello spazio abitativo. A seconda delle esigenze, gli inquilini troveranno, ad esempio, biciclette elettriche di alta qualità e cargo bike noleggiabili in una stanza protetta digitalmente da un’app. La collaborazione con i rivenditori ZEG locali certificati e la gestione digitale dell’assistenza garantiscono un elevato livello di qualità e disponibilità. L’offerta verrà ampliata in futuro anche con altre forme di mobilità elettrica, come gli scooter elettrici e le auto elettriche.

A proposito di eScooter: questa nuova forma di micro mobilità, relativamente giovane e attualmente molto discussa, trova sempre più spazio anche all’Eurobike. Pioniere in questo segmento è l’imprenditore amburghese Florian Walberg, che con la sua azienda Walberg Urban Electrics (stand A1-303), fondata nel 2011, punta ad utilizzare la mobilità elettrica urbana con l’alta ingegneria tedesca e a presentare i risultati di questo obiettivo per la prima volta all’Eurobike.

Wintersteiger AG (stand B4-314) affronta il tema della mobilità quotidiana su due ruote in occasione della sua prima Eurobike. L’azienda meccanica dell’Alta Austria, meglio conosciuta nel segmento degli sport invernali come leader di mercato per l’assistenza sciistica e il noleggio sci, presenterà all’Eurobike, tra le altre cose, impianti di lavaggio per biciclette e armadietti per l’asciugatura a condensazione. Se vi state chiedendo cosa abbiano a che fare questi ultimi con la ciclo-mobilità, pensate ai pendolari che utilizzano la bici per recarsi al lavoro e che hanno la possibilità, una volta giunti a destinazione, di asciugare gli indumenti sudati o bagnati dalla pioggia e disinfettarli con la lampada ad ozono.

eurobike-show.com