In questo articolo si parla di:
26 Novembre 2019

Il Golden Wheel Group è in primo luogo un grande esportatore di telai e componenti per bici in alluminio, acciaio e carbonio. Con oltre 300 milioni di euro di fatturato annuo gestiscono decine di fabbriche e impianti di assemblaggio. Quest’anno Golden Wheel ha aperto un nuovo stabilimento nella Repubblica Ceca, dove la produzione di eBike Totem è iniziata a settembre.

Totem branded eBikes

Golden Wheel Group è attivo in Europa dal 2012. A quel tempo aperta una filiale europea per fornire un servizio post-vendita. Nel 2016, il gruppo ha aperto anche l’impianto di assemblaggio delle elettriche Totem Bikes, nella Repubblica Ceca. Accanto alle eBike alle bici a marchio Totem, l’azienda offre i suoi prodotti anche per l’OEM dal 2017. Insieme l’attuale capacità produttiva annua del nuovo impianto Golden Wheel ammonta a circa 50.000 eBike.

Nuovo impianto con sei linee di assemblaggio eBike

Secondo un recente rapporto di “Aggiornamento del mercato di biciclette ed eBike“, Frank Hou, vice direttore generale di Totem Bikes, ha affermato che la capacità sarà notevolmente ampliata. Ha affermato che Golden Wheel Group sta investendo 10 milioni di euro nell’acquisto di terreni nelle vicinanze della nuova struttura in cui prevede di costruire un nuovo impianto con sei nuove linee di assemblaggio di eBike. Si prevede che il nuovo impianto sarà completato entro la fine del 2020. A quel punto, i due impianti più vecchi saranno fusi e il nuovo inizierà a funzionare nella prima metà del 2021. A quel punto Totem Bikes avrà una capacità annuale di 150.000-180.000 eBike.

L’Unione europea e gli Stati Uniti stanno attualmente imponendo dazi elevati sulle eBike che importano dalla Cina. Per evitare questi oneri, i produttori cinesi stanno trasferendo la produzione in altri paesi asiatici o in Europa (orientale). Bafang, per fare un altro esempio, produttore di sistemi di trasmissione per eBike, ha recentemente aperto una struttura in Polonia. Questi sono solo due casi di aziende cinesi che trasferiscono parti della loro produzione. Probabilmente ce ne sono altri che hanno già fatto lo stesso o lo faranno nel prossimo futuro.

Fonte: bike-eu.com