In questo articolo si parla di:
7 Gennaio 2020

Può sembrare una notizia di poco interesse per il mondo bike, in realtà ci giungono voci da più parti che aziende che fanno del mondo virtuale e IT parte del loro business, in questi ultimi mesi sono state prese d’assalto da gruppi di hacker organizzati in maniera professionale. Per questo, ci sembra il caso di informare l’industria di settore che l’eventualità di un possibile attacco al proprio sistema informatico non è una questione così remota. Traduciamo e riportiamo quindi il comunicato stampa che ci è arrivato poche ora fa dal noto produttore di bici tedesco Canyon.

Comunicato stampa

Prima della fine dell’anno, Canyon Bicycles GmbH è diventata l’obiettivo di un enorme attacco informatico criminale. Apparentemente, questo è stato perpetrato da un gruppo organizzato professionalmente specializzato in attacchi ad aziende.

Gli autori sono riusciti ad accedere ai sistemi IT di Canyon. Software e server sono stati crittografati e così bloccati in alcuni punti. Il sito Web canyon.com non è stato interessato da questo atto, pertanto gli ordini tramite il negozio web continueranno come al solito. Nel frattempo, l’attacco è stato identificato e fermato in base allo stato attuale delle conoscenze. L’attacco mostra un enorme intento criminale “, ha affermato il fondatore e ceo di Canyon, Roman Arnold.” A causa della crittografia del nostro IT infrastrutture, lavoro e processi aziendali sono stati temporaneamente colpiti in modo massiccio. Il nostro sito di Coblenza è stato direttamente interessato, come
tutte le nostre società internazionali ad eccezione della società americana, poiché gestisce il proprio sistema IT. Sfortunatamente, prevediamo ritardi nei contatti e nella consegna dei clienti nei prossimi giorni. Stiamo facendo tutto il possibile per mantenere l’impatto il più basso possibile per i nostri clienti e fan e per tornare alle normali operazioni il più rapidamente possibile “, Roman Arnold ha continuato. “Siamo spiacenti di questo incidente e ci scusiamo per il fatto che Canyon non è attualmente in grado di offrire il suo standard abituale di servizio”.

Immediatamente dopo che l’attacco informatico è stato scoperto, Canyon ha informato le autorità responsabili,
collaborando con il dipartimento di investigazione criminale di Coblenza e il dipartimento di investigazione penale statale dalla data dell’attacco. Inoltre, Canyon ha informato il commissario statale per la protezione dei dati nella Renania-Palatinato. Le accuse saranno presentate contro gli autori. Gli esperti nei settori dell’ IT, e della sicurezza informatica hanno già avviato soluzioni e contromisure.