In questo articolo si parla di:
13 Marzo 2020

L’emergenza Covid-19 sta imponendo sforzi e sacrifici a livello globale. Il circuito Ironman si adegua e cerca di dare il suo supporto nell’arginare il diffondersi della pandemia. Di seguito il comunicato del circuito dove vengono evidenziate le nuove azioni che saranno in vigore dal 19 Marzo, al fine di garantire il più alto grado di salvaguardia possibile per i suoi atleti, gli addetti ai lavori e gli appassionati.

Per la nostra comunità globale,

Sappiamo che il desiderio dei nostri atleti è correre, ed è anche il nostro. La nostra missione è fornire esperienze di gara eccezionali e in grado di cambiare la vita agli atleti di tutti i livelli, dal primo passo fino al traguardo, questo obiettivo è raggiungibile solo garantendo l’ambiente più sicuro possibile e salvaguardando i cittadini dei paesi che ospitano le gare. Covid-19 ha sostanzialmente modificato il panorama sportivo globale e avrà un impatto importante sugli eventi di massa. Vogliamo rassicurarvi che la salute e il benessere della nostra comunità sono la nostra principale preoccupazione. A tal fine, stiamo facendo la nostra parte per comunicare in modo efficace le raccomandazioni delle agenzie di sanità pubblica e delle autorità governative. Prevediamo che nelle prossime settimane e mesi ci saranno posticipi di eventi sostanziali e diffusi. La decisione di procedere, limitare, modificare o posticipare un evento si baserà sulla disponibilità delle risorse della comunità e sulla valutazione del rischio specifico dell’evento in corso in coordinamento con le autorità sanitarie e governative competenti e l’Ironman Global Medical Advisory Board, un comitato consultivo medico indipendente focalizzato su salute e sicurezza. Per gli eventi che continueranno, il Gruppo Ironman, insieme all’Ironman Global Medical Advisory Board, ha delineato una serie di azioni pragmatiche e pratiche progettate per ridurre il rischio di diffondere COVID-19 o qualsiasi altro agente infettivo agli atleti e ai membri delle comunità che ospitano gli eventi o vi partecipano. Questi passaggi aiuteranno gli atleti a raggiungere i loro obiettivi, consentendo allo stesso tempo alle comunità di assicurarsi i vantaggi che derivano dall’ospitare eventi sportivi con partecipazione di massa. Le misure saranno implementate in tutto il mondo in tutti gli eventi del Gruppo Ironman a partire dal 19 marzo e continueranno indefinitamente.

RIDELIKEAMUMMY

Cura di sé e minimizzazione del rischio

Gli atleti che sono malati o sono stati potenzialmente esposti a un agente infettivo non devono competere o partecipare a nessun evento, poiché ciò mette a rischio gli altri. Come comunità, ognuno di noi ha la responsabilità personale di proteggersi reciprocamente rispettando questa regola. Chiediamo a tutti gli atleti, i volontari e i partner di seguire le linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per le misure di protezione di base contro il nuovo coronavirus: Restate a casa se non vi sentite bene. In caso di febbre, tosse o difficoltà respiratorie, consultare un medico e avvisare immediatamente. Seguire le indicazioni dell’autorità sanitaria locale. Pulite regolarmente le mani con un disinfettante a base di alcool o lavale con acqua e sapone, soprattutto dopo essere andato in bagno; prima di mangiare; e dopo aver soffiato il naso, tossito o starnutito. Evita di toccare gli occhi, il naso e la bocca. Copri la bocca e il naso con il gomito piegato o un fazzoletto quando tossisci o starnutisci. Quindi buttate immediatamente e appropriatamente i fazzoletti usati in un cestino.

Dare flessibilità agli atleti

Alcune gare saranno posticipate o annullate a causa dell’epidemia e le comunicheremo non appena possibile. Il nostro obiettivo sarà quello di posticipare la gara all’interno della stessa stagione agonistica. Lavoriamo in stretta collaborazione con le autorità sanitarie competenti nei territori in cui si svolgono le gare, se un evento non può verificarsi nella data programmata, intraprenderemo le seguenti azioni:

Rinvio: gli atleti registrati per eventi posticipati a causa di COVID-19 dalle autorità sanitarie locali vengono automaticamente trasferiti alla data riprogrammata. Dove non sarà possibile eseguire quest’azione, consentiremo i rinvii allo stesso evento l’anno successivo.

Annullamento: gli atleti iscritti a eventi annullati a causa di COVID-19 dalle autorità sanitarie locali vengono automaticamente rinviati alla stessa gara nel 2021.

Altre opzioni: stiamo esaminando altre opzioni per consentire agli atleti momentaneamente impossibilitati a gareggiare di correre nel 2020 e comunicheremo a tempo debito quanto deciso.

Atleti in territori in quarantena / limitati: per gli atleti in determinati territori, in quarantena o soggetti ad altre limitazioni che si sono registrati per le gare che si svolgono prima del 1 giugno 2020 e NON sono stati rinviati o annullati, aiuteremo a trovare gare alternative più avanti nella stagione.

Per coloro che sono malati, non si sentono bene o sono stati potenzialmente esposti a un agente infettivo prima di una gara che si svolgerà, non venite alle competizioni; cercate invece assistenza medica. Una volta visitati, contattate il rappresentante dei Servizi dell’atleta competente per la vostra gara e cercheremo di trovare un’altra soluzione.

Al fine di fornire l’esperienza più sicura per i nostri atleti, stiamo istituendo quanto segue durante le nostre gare, le norme saranno in vigore dal 19 marzo.

Sarà aumentato il distanziamento tra le persone in tutti i momenti dell’evento. Saranno ampliati gli orari di registrazione. Gli atleti dovranno ritirare il proprio kit di gara / pettorale e uscire immediatamente dall’area espositiva. La densità degli atleti sarà ridotta aumentando lo spazio di gara individuale, i recinti, ecc. Sarà incoraggiato un comportamento corretto e di unione ma evitando tutti i gesti di contatto come ad esempio le strette di mano. Le informazioni sul briefing saranno disponibili solo digitalmente.

Ironman annuncia la partnership con Enervit 7

Prima l’igiene

Verranno forniti guanti allo staff e ai volontari che interagiscono con i partecipanti prima della gara, il giorno della gara e dopo la gara. Saranno aumentate le stazioni di lavaggio delle mani e le strutture igienico-sanitarie per atleti, volontari e spettatori. Le stazioni e i contenitori per lo smaltimento dei rifiuti senza saranno implementati. Le superfici frequentemente toccate nei luoghi di gara come postazioni di lavoro, aree di distribuzione dei prodotti, tavoli e dispositivi elettronici verranno pulite regolarmente. Quando possibile, le forniture alimentari e fluide in corso saranno confezioni chiuse monouso. Gli atleti che stanno pianificando di tornare a casa in aereo o in treno sono incoraggiati a evitare il viaggio post-evento per 24 ore, consentendo al loro sistema immunitario di riprendersi dopo la gara. Non sarà concessa nessuna intervista in loco o conferenza stampa con atleti professionisti. Saranno vietate strette di mano e contatti sul podio della gara. La distribuzione dei documenti stampati verrà eliminata.

Servizio medico

La formazione e la sensibilizzazione riguardo ai segni e ai sintomi di COVID-19 saranno fornite a tutti i medici e ai volontari. Le comunicazioni con le autorità sanitarie e le strutture sanitarie saranno più frequenti, per assistere nella valutazione, nella segnalazione e nella gestione iniziale della sospetta malattia COVID-19 di personale, partecipanti, volontari e spettatori. Questa è una situazione altamente dinamica e continueremo ad adattarci e ad adeguarci come appropriato. Riconosciamo che questo è un momento difficile ma la nostra comunità resisterà. Siamo ispirati dalla tua ambizione e ci sforziamo di essere degni del tuo impegno. Grazie per il vostro continuo supporto, vi auguriamo il meglio in termini di salute e benessere.

Andrew Messick

Presidente e Amministratore Delegato

Il gruppo IRONMAN

 

ironman.com