In questo articolo si parla di:
30 Giugno 2020

Una delle gare più spettacolari del circuito internazionale dei criterium a scatto fisso, la “2Levels 1Gear” che si svolge a Erfurt in Germania, ha visto come protagonista l’unico team italiano presente: Sartoria Ciclistica Faema.  Un bel segnale per il ciclismo italiano alla ripresa delle competizioni agonistiche dopo la fase di lockdown. Questa gara si svolge su un particolare percorso che la rende unica, l’anello di 1,4 chilometri è infatti molto tecnico e pieno di insidie perchè (come dice anche il nome) si svolge su due livelli e si scende in una parte sotterranea attraverso una ripida rampa per poi risalirvi. La velocità però non manca ed è stata un perfetto banco di prova anche per la nuova bici del team che si è ritrovato con la doppia incognita di dover affrontare la prima gara dopo lo stop con una nuova attrezzatura.

Sartoria ciclistica Faema domina la gara donne con la sommese Martina Biolo che vince la finale seguita dalla compagna di squadra Eva Seibold. La gara uomini non ha riservato la massima soddisfazione del podio, ma ha messo in luce il buono stato di preparazione della squadra che ha ottenuto importanti piazzamenti, infatti Andrea Olivieri si piazza secondo nella finale B dopo un finale combattuto e deciso al photofinish, mentre nella finale A, alessandro Tino strappa un ottimo ottavo posto, e i compagni Martin Wolfram e Tom Millar sono rispettivamente 18° e 22°.

L’ottima riuscita dell’evento ha evidenziato anche una notevole organizzazione e messa in sicurezza del percorso con grande soddisfazione di tutti i riders e delle squadre. Il prossimo appuntamento con lo spettacolo delle “fixed” internazionali sarà a Zurigo, il 22 agosto e a Strasburgo il giorno successivo, in attesa della definizione del calendario internazionale.

sartoriaciclistica.cc

PhotoCredit@ Manuel Buck e Aline Kohler