In questo articolo si parla di:
10 Luglio 2020

FSA System HM 1.0 è il primo motore eBike di FSA. Presentato ufficialmente a Eurobike lo scorso anno, è pronto per la produzione e sarà disponibile per i costruttori all’inizio di settembre. “Il nuovo FSA System HM 1.0 rappresenta il culmine di 18 mesi di ricerca e sviluppo e di oltre un decennio di ricerche di mercato ed esperienza nel segmento delle eBike. Allo stesso modo, abbiamo fornito componenti per le trasmissione eBike a marchi tra cui Bianchi, Focus, Pinarello, Cube, KTM, Fantic e Scott, tra molti altri ”, afferma Davide Riva, responsabile vendite e produzione OEM di FSA Europe.

Il sistema completo è stato sviluppato dalla FSA in Italia, così come la produzione delle batterie e il sistema di gestione delle stesse; mentre le consegne e le scorte per il mercato saranno gestite dalle sedi centrali in Europa, Nord America e Asia. “Questo ci dà l’opportunità di essere molto flessibili e fornire anche clienti di piccole e medie dimensioni“, continua Davide Riva.

Uno sguardo al prodotto

Il “sistema FSA” comprende un motore elettrico al mozzo posteriore, una batteria da 250 Wh e un’ulteriore batteria disponibile come “range extention” da 250 Wh, il tutto gestito da un’unità di controllo sulla bici. Il design compatto e il peso ridotto (un sistema completo pesa solo 3,98 kg) garantisce l’integrazione con bici da strada, trekking e commuter… La batteria è costituita da 20 celle con potenza ed è pensata per integrarsi completamente all’interno del tubo obliquo. La seconda batteria, può essere posizionata all’interno di un portaborraccia per affrontare le corse più lunghe.

Il sistema è completato da un “remote” di assistenza, che si integra nel top tube e da una porta di ricarica facilmente accessibile, situata sopra il movimento centrale. Sono cinque le impostazioni di assistenza, tra cui una modalità “eco” (colore verde) e una “boost” (colore rosso). Il motore dispone di un sensore di coppia integrato e due sensori di velocità, che possono adattarsi facilmente a diversi stili di guida e condizioni del percorso. Quando si supera il limite imposto di 25 km/h, l’hub “FSA System” si spegne e l’attrito e la resistenza sono minimi alla trasmissione, consentendo al ciclista di sperimentare una pedalata naturale.

Insieme al basso peso totale e alla compatta integrazione del sistema, anche il fattore Q è ridotto, esattamente come su una bicicletta da strada. “Abbiamo progettato il nostro sistema per durare, avvalendoci della nostra esperienza nella produzione di componenti per trasmissioni. Il mozzo offre una durata dei cuscinetti superiore grazie al nostro know-how, nonché all’impermeabilità che aiuta a garantire lunghi cicli di manutenzioneconclude Davide Riva.

L’app di gestione

Disponibile per  dispositivi iOS e Android, consentirà al ciclista di registrare le statistiche di guida e di utilizzo, visualizzare la durata residua della batteria e lo stato di carica, con sensore gps incluso. L’app presenta anche un centro diagnostico, completo di interazione “chatbot” e la possibilità di comunicare direttamente con i centri di assistenza di FSA in tutto il mondo. FSA ha studiato quattro diverse ruote per incorporare l’hub FSA System: le ruote Vision Metron 40 SL Disc, Trimax 30 Disc, Team 30 Disc e AGX specifiche per gravel. Ulteriori opzioni sono già in fase di sviluppo, il che garantirà la possibilità di offrire una gamma completa di ruote.

fullspeedahead.com