In questo articolo si parla di:

Uno studio sulle abitudini comportamentali dei nuovi ciclisti che recentemente hanno acquistato bici elettriche, ha concluso che sempre più spesso essi lasciano l’auto a casa, modificando in pratica le proprie abitudini.Questo è in parte attribuito al fatto che presto esse scoprono che il motore li porterà più lontano di quanto forse avrebbero potuto fare in precedenza in bicicletta. I ricercatori hanno scoperto che gli eBiker percorrono in media il 340% di viaggi più lunghi, e inoltre sembra ne facciano anche di più.

I dati raccolti hanno rilevato che in genere i ciclisti coprono una media di 1,3 miglia, mentre i ciclisti con bici elettrica portano questa media fino a 5,7 miglia. La ricerca ha avuto come sede Oslo, in Norvegia, dove i tassi di ciclismo non sono così alti come nelle parti limitrofe dell’Europa, gli autori sostengono che gli effetti potrebbero essere più ampi laddove la cultura ciclistica ha più possibilità di prosperare.  Il conteggio medio dei viaggi effettuati in bici è cresciuto molto rapidamente fino a raggiungere il 49% dei viaggi effettuati dal 17%. Ciò significava che l’eBike sembra stia iniziando a “cannibalizzare” viaggi che altrimenti sarebbero avvenuti in auto, con i mezzi pubblici o a piedi. La percentuale di trasferimenti effettuati con bici tradizionale sono rimasti praticamente inalterati, ciò significa che probabilmente si tratta di nuovi utenti quelli che hanno contribuito a questo aumento.

Effetto novità o cambiamento delle abitudini?

Temendo che la tendenza si attenuasse quando la novità dell’acquisto della bici elettrica svaniva, i ricercatori hanno ampliato il tempo di studio per valutare la tendenza e hanno effettivamente scoperto gli utenti stavano effettivamente pedalando di più e con più costanza. Hanno anche avuto il vantaggio di lavorare con un gruppo di confronto di potenziali acquirenti di biciclette elettriche. Questo, affermano gli autori, ha dimostrato che “gli studi che non includono un gruppo di confronto corrono il rischio di sovrastimare o sottovalutare l’influenza di una eBike, a seconda del periodo dell’anno”.

I risultati dello studio possono essere letti qui nella loro forma integrale.