In questo articolo si parla di:
15 Settembre 2020

Piacciono sempre di più agli appassionati dell’offroad le “stage race”, una tendenza che arriva dall’estero, e trova il suo apice nella celeberrima Cape Epic. L’Italia tutta si presta a ospitare eventi di questo tipo, ben più duri e selettivi della famosa gara africana. E’ il caso ad esempio di una kermesse che sta crescendo: Appenninica MTB Parmigiano Reggiano Stage Race. E’ una gara mtb a tappe che si svolgerà lungo il crinale Appenninico dell’Emilia-Romagna, seguendo per lunghi tratti i sentieri dell’Alta Via dei Parchi.

La seconda edizione, in programma dal 27 Settembre al 3 Ottobre 2020, è uno dei pochi eventi internazionali di mtb ad aver resistito all’emergenza epidemica, grazie alla tenacia degli organizzatori Milena Bettocchi e Beppe Salerno, che hanno spostato la gara dalla stagione estiva a quella autunnale e si sono attrezzati per disputarla in piena sicurezza dal punto di vista sanitario. Con oltre 450 km di lunghezza e 16.000 metri di dislivello, Appenninica si posiziona al vertice fra gli appuntamenti più esigenti a livello mondiale nel settore delle gare mtb a tappe.

La gara si svolgerà su sette tappe, compresa una Queen Stage di oltre 100 km e 4300 metri di dislivello, tutte immerse nella dimensione naturale dell’Appennino emiliano, un territorio ricco di opportunità per la mtb e le attività outdoor, ancora per gran parte inesplorate, toccando le province di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma. Proprio per questo Appenninica rappresenta non solo una gara, ma un vero e proprio viaggio in una realtà ancora selvaggia e tutta da scoprire: una nuova frontiera per la MTB internazionale. Fin dalla nascita dell’evento, gli organizzatori hanno optato per un percorso impegnativo, che mettesse a dura prova le abilità degli atleti, ma allo stesso tempo che permettesse loro di rendersi conto e di vivere a fondo la realtà circostante: un paesaggio mozzafiato e un’atmosfera tipicamente italiana, che rendono Appenninica un’esperienza davvero unica nel suo genere.

Questo insieme di fattori ha fatto sì che molti volti noti delle ruote grasse decidessero di testarsi con le insidie dell’Appennino emiliano. Sia nella gara maschile che in quella femminile, infatti, si profila una sfida a grandi firme: da una parte ci saranno il campione uscente Lukas Kaufmann, l’ex iridato e Campione Europeo Tiago Ferreira, Milton Ramos, Hans Becking e Lorenzo Samparisi, dall’altra l’ex Campionessa del Mondo Esther Süss, Gaia Ravaioli, Sarah Reiners, l’ex olimpionica Regina Marunde e Lorenza Menapace, solo per citare alcuni dei protagonisti più attesi.

Il percorso della stage race

Il percorso 2020 segue, dove possibile, la linea già individuata dell’Alta Via dei Parchi MTB trail,
a cavallo dello spartiacque con la Toscana, toccando le provincie di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma. In totale, i bikers dovranno affrontare 460 chilometri distribuiti in sette tappe, fra ripide salite e discese tecniche, per un dislivello complessivo di circa 16 mila metri. Domenica 27 Settembre si prenderà il via dalla località termale di Porretta Terme (BO).

  1. Domenica 27 Settembre: Porretta Terme – Porretta Terme (45 km)
    Dislivello: 1645 m
  2. Lunedì 28 Settembre: Porretta Terme – Fanano (60 km)
    Dislivello: 2650 m
  3. Martedì 29 Settembre: Fanano – Fanano (50 km)
    Dislivello: 2300 m.
  4. Mercoledì 30 Settembre: Fanano – Castelnovo ne’ Monti (110 km)
    Dislivello: 4300 m
  5. Giovedì 1° ottobre: Castelnovo ne’ Monti – Castelnovo ne’ Monti (53 km)
    Dislivello: 1900 m
  6. Venerdì 2 Ottobre: Castelnovo ne’ Monti – Collecchio (94 km)
    Dislivello: 2500 m
  7. Sabato 3 Ottobre: Collecchio – Collecchio (35 km)
    Dislivello: 650 m

appenninica-mtb.com