16 Ottobre 2020

La notizia era nell’aria, come lo è l’arrivo dell’inverno. L’annuncio ufficiale è arrivato da poco, ma non ha certo l’aspetto del classico “fulmine a ciel sereno”, infatti, dopo aver perso per strada alcuni pezzi fondamentali, tra cui: le storiche date di inizio settembre, la giornata dedicata ai consumer, moltissimi degli espositori internazionali, e dopo aver contingentato gli ingressi, Eurobike ha deciso di arrendersi all’evidenza dei fatti e dichiarare la cancellazione dell’edizione 2020.

Il comunicato segue quello di qualche giorno fa, in cui l’organizzatore dell’evento, Messe Friedrichshafen, aveva dichiarato che:

Solo 400 espositori parteciperanno al salone europeo della bicicletta, quest’anno visitabile unicamente dagli addetti ai lavori, rispetto agli oltre 1.400 di settembre 2019. I visitatori della fiera al giorno saranno limitati a 10.000 e distribuiti nei cinque padiglioni espositivi più due aggiuntivi. Le cinque sale espositive, per un totale di quasi 10 mila metri quadrati ospiteranno i 400 espositori, in calo rispetto ai normali 1.400 soliti, ma di questo non c’è da stupirsi più di tanto viste le premesse. L’anno scorso, la mostra ha attirato 39.834 visitatori durante i quattro giorni dell’evento, rispetto ai 37.379 presenti nel 2018“.

Del resto, parlando con gli espositori e gli addetti ai lavori nei mesi scorsi, in pochi hanno confermato la loro presenza alla fiera tedesca, relegandola per lo più a una dimensione locale. La mazzata finale è arrivata proprio nelle scorse ore, sotto forma di nuove restrizioni dovute all’emergenza sanitaria.

Nel comunicato stampa si legge che: l’edizione speciale Eurobike 2020 prevista dal 24 al 26 novembre non avrà luogo. La rivalutazione della crisi del coronavirus ha costretto Messe Friedrichshafen a prendere questa decisione. Gli organizzatori stanno ora sviluppando un nuovo formato live in loco per il prossimo anno. Data e dettagli saranno annunciati a tempo debito.

Le parole dell’organizzazione

All’inizio di maggio, Messe Friedrichshafen decise di spostare Eurobike 2020 da settembre a novembre, l’ultima data possibile. “Il nostro concetto globale di igiene e sicurezza, così come il numero di registrazioni per l’Eurobike Special Edition ci avevano dato motivo di essere ottimisti. Sfortunatamente, gli ultimi sviluppi ora richiedono un ripensamento. È diventato estremamente improbabile che la situazione relativa ai viaggi migliorerà entro la fine di novembre. Anche il divieto temporaneo di alloggio imposto rappresenta un ulteriore ostacolo. Di conseguenza, ora è nostro dovere agire in modo responsabile. È in questo contesto e con il cuore pesante che abbiamo deciso di posticipare l’incontro dell’industria delle biciclette all’Eurobike di Friedrichshafen fino al prossimo anno”, annuncia Klaus Wellmann, ceo di Messe Friedrichshafen.

A causa del crescente numero di infezioni, le restrizioni ai viaggi relative ai paesi al di fuori dell’Europa sono state recentemente estese a un numero crescente di paesi oltre che alle regioni all’interno della Germania. Inoltre, molte aziende hanno divieti di viaggio interni più severi. “Il successo della fiera Interboot di settembre ci ha dato ottimismo. Ma ora, in definitiva, non c’è altra alternativa che annullare l’evento per quest’anno. Dopo che numerosi partecipanti hanno recentemente dichiarato la loro intenzione di non partecipare, l’Eurobike Special Edition 2020 non può più adempiere al suo compito di riunire domanda e offerta “, spiega il capo di Eurobike, Stefan Reisinger, prima di guardare al futuro. “La nostra priorità ora è stabilire la rotta per l’evento 2021, in modo da trovare il modo migliore per riunire il settore a Friedrichshafen“.

L’organizzazione annuncia inoltre che Messe Friedrichshafen rimborserà ai partecipanti Eurobike eventuali quote e biglietti per gli espositori.

eurobike.com