In questo articolo si parla di:
11 Gennaio 2021

Moots ha iniziato la sua avventura 40 anni fa, nel 1981, con la missione di costruire biciclette che lo stesso fondatore avrebbe voluto per sè. Parliamo degli anni pionieristici della mountainbike. Non sono state molte le aziende nate in quell’epoca che sono sopravvissute alle mode, al successo planetario della mtb, alla globalizzazione e alle logiche di mercato. Moots è una di queste, e sicuramente si merita una menzione d’onore, per la tenacia con cui ha saputo portare avanti negli anni scelte radicali, fatte però di passione vera e di qualità.

Il brand non è forse tra i più conosciuti nel panorama ciclistico italiano, ma va a intercettare nicchie di mercato formate da vere e proprie schiere di appassionati, soprattutto nei campi della mtb hard tail e gravel, anche se l’azienda propone anche altre tipologia di bici, come soft tail, strada, ciclocross, trail bike… Sebbene i modelli si siano ampliati e il materiale scelto sia passato dall’acciaio al titanio, la missione iniziale rimane la stessa e viene bene espressa dalle parole del suo attuale proprietario:

Tutti noi in Moots ci sentiamo onorati di far parte di questo team e di continuare a costruire sull’eredità di qualità che questo marchio si è guadagnato nel tempo. Pochissime aziende esistono da 40 anni. Non è solo il nostro mandato, ma la nostra costante attenzione alla costruzione di biciclette premium, che ci ha dato l’opportunità di continuare a fare ciò che amiamo. E quello che amiamo sarebbe semplicemente un hobby se non fosse per la passione condivisa con i nostri clienti per le proprie Moots“.

L’azienda ha sede in Colorado, una terra cara alla mtb fin dagli albori, qui infatti ha sede anche uno storico brand come Yeti. A Steamboat Springs, oggi come 40 anni fa i telai vengono ancora progettati, costruiti e assemblati: “I proprietari delle nostre bici sono fan appassionati che rappresentano più del semplice amore per le biciclette, ma sono veri ciclisti che fanno tesoro dei momenti passati in sella alle proprie Moots. Quei momenti ed esperienze approfondiscono il rapporto che i nostri clienti hanno con la loro bici, rapporti che durano una vita! All’inizio del 2021, stiamo iniziando l’anno con un piano per celebrare questa occasione. Questa è una celebrazione per i nostri clienti che hanno supportato il nostro lavoro per 40 anni, una celebrazione di ringraziamento per i nostri rivenditori, e una celebrazione per ogni persona che ha lavorato qui. Abbiamo davvero avuto una squadra speciale di dipendenti nel corso degli anni e siamo per sempre grati a tutti loro“, dice Brent Whittington proprietario di Moots.

Ecco le tre principali iniziative di Moots per festeggiare il quarantennale:

  • Ogni bici consegnata o ordinata nel 2021 presenterà un badge speciale per il 40° anniversario in edizione limitata. È stato progettato dal team di Moots per celebrare questo traguardo e verrà quindi presentato su ogni bici “nata” nel 2021
  • Moots ha in programma anche di espandere l’offerta di abbigliamento e di “soft goods”
  • Infine i blog e social media durante il 2021 presenteranno promemoria del passato della casa americana. Inoltre diventeranno inclusivi con i feedback dei clienti Moots

Il proprietario di questa appassionata azienda Brent Whittington si esprime così a proposito di questa ricorrenza: “Sono solo il nostro terzo proprietario in 40 anni e mi sento così onorato di far parte di questa squadra, ma sento anche la grande responsabilità di portare avanti questa eredità. La pressione ci spinge a migliorare ogni giorno e a mantenere la qualità al primo posto in tutto ciò che facciamo in Moots. Sono davvero grato per tutto il supporto dei nostri biker, rivenditori e dipendenti in questi anni!“.

A quanto ci risulta l’unico rivenditore Moots in Italia si trova a Pinerolo (TO).

Per info: bikecafe.org