In questo articolo si parla di:
17 Febbraio 2021

Dorel, uno dei più grossi gruppi produttori di bici, con in seno brand come Cannondale e GT, ha annullato la proposta di offerta per uscire dalle borse in seguito alle lamentele di una parte significativa degli azionisti del gruppo.

L’annuncio di voler rimuovere la società dalle borse avrebbe visto Cereberus Capital Group acquistare tutte le azioni in circolazione, escluse quelle detenute dalle famiglie Schwartz e Segel.

La proposta non vincolante si è rivelata poco attraente per gli azionisti che hanno sollevato reclami al direttivo di Dorel in merito all’offerta. I voti espressi sulla mozione presentata prima della scadenza di venerdì dagli azionisti indipendenti hanno fermato l’accordo. Ciò nonostante un aumento del prezzo di acquisto del 10,3%. Comprensibilmente, con i prezzi delle azioni del settore delle biciclette alle stelle e l’ interesse degli investitori in forte crescita, gli azionisti hanno percepito che l’offerta non era all’altezza di una valutazione equa dell’attività, che è diversificata ben oltre la semplice vendita di prodotti per il ciclismo.

Il ceo e presidente Martin Schwartz annuncia che: Gli azionisti indipendenti hanno chiaramente espresso la loro fiducia nel futuro di Dorel e nel suo potenziale come società per azioni. Apprezziamo sinceramente il considerevole tempo e impegno che Cerberus ha dedicato a questo progetto. Ringrazio i nostri dipendenti che hanno mantenuto un’attenzione incrollabile sulle operazioni di Dorel durante questo periodo. Il miglioramento del valore per gli azionisti rimane la nostra massima priorità e non vediamo l’ora di continuare a crescere con i nostri marchi“.