In questo articolo si parla di:

Tempo di fare i conti per le aziende del mondo bike. Si chiude il primo trimestre, e in molti si erano chiesti cosa sarebbe successo dopo un 2020 fuori dagli schemi e con numeri di crescita record un po’ per tutti nel settore della bici.

Dalle ultime notizie il primo trimestre del 2021 sembra aver mantenuto il trend dello scorso anno, per lo meno per uno dei leader del settore sospensioni. Parliamo di Fox Factory: la società ha affermato che le vendite OEM e aftermarket hanno contribuito alla crescita e prevede che la domanda rimarrà molto forte nel mercato delle biciclette per il resto dell’anno fiscale, sebbene le questioni riguardanti i ritardi nella supply chain rimangano una sfida ancora in parte da affrontare.

Il ceo Mike Dennison ha affermato che si aspetta che l’aumento delle vendite di prodotti per biciclette continuino fino al 2021 e: “una buona parte del 2022… Lo spostamento tettonico creato dalla pandemia sembra più tangibile di una semplice bolla transitoria“, infatti il team di vendita di Fox ha terminato la campagna di vendita per i modelli 2023 sei mesi prima del previsto. “Prevediamo che le sfide legate alla catena di fornitura e all’inflazione dei prezzi delle materie prime continueranno, ma riteniamo di avere processi con cui mitigare la maggior parte di questi venti contrari. Spero che le sfide legate alla pandemia continueranno a diminuire nel prossimo futuro con il progredire delle vaccinazioni“.

Fox ha inoltre annunciato di aver nominato un nuovo presidente per il suo gruppo, un nuovo Chief Legal Officer e un nuovo Chief Purpose & Inclusion Officer. Fox vende prodotti per biciclette con i marchi Fox, Marzocchi, RaceFace ed Easton, che costituiscono il suo “Specialty Sports Group”.

Fonte: bikebiz