In questo articolo si parla di:

Garmin ha comunicato l’introduzione di nuove funzioni sugli smartwatch Forerunner 245, Forerunner 245 Music, Forerunner 745 e Forerunner 945, installabili e disponibili attraverso un aggiornamento gratuito tramite Garmin Connect e Garmin Connect Mobile OTA (Over The Air). Gli appassionati di corsa a piedi possono da oggi avere un’analisi ancora più dettagliata e precisa dei propri allenamenti, migliorare la propria forma fisica e arrivare pronti alle prossime gare.

I quattro modelli prevedono ora:

  • la rilevazione VO2 max implementata: consente di registrare il dato di VO2 max anche durante un’attività di trail running, fornendo all’utente una stima del valore di massimo consumo di ossigeno più accurato, che tiene conto della difficoltà del percorso e del passo. Il dato viene analizzato non solo in base alle prestazioni di corsa, ma anche in relazione alla tipologia del percorso, della temperatura e dell’altitudine;
  • l’indice di sforzo percepito (RPE) e sensazioni: dopo un allenamento, è possibile stimare e registrare quanto sia stata impegnativa l’attività sportiva appena conclusa e l’impatto avuto sul proprio stato di benessere. Queste valutazioni soggettive possono essere caricate su Garmin Connect come parte dell’attività (aggiornamento disponibile anche per Forerunner 45/45S);
  • l’analisi dei minuti di intensità migliorata: per scoprire come e quando sono stati registrati i minuti di intensità giornaliera richiesti per raggiungere il livello quotidiano di attività impostato sullo sportwatch.

Inoltre, solo per i modelli Forerunner 245 e Forerunner 245 Music, è stata aggiornata e introdotta l’opzione relativa agli allenamenti giornalieri consigliati, che offre una chiara guida sul tipo di esercizio fisico che l’atleta dovrebbe seguire se ha scelto un piano di allenamenti. Tutto questo a seconda di livello di forma fisica dell’utente, training status, training load, recupero attivo, stress e sonno.

Infine, unicamente previste per Forerunner 745 e Forerunner 945, anche le funzioni:

  • analisi sonno avanzato e analisi qualità: grazie alla tecnologia Firstbeat Analytics, ogni giorno è possibile ricevere un punteggio basato su qualità e quantità del sonno della notte precedente, con dettagli e approfondimenti personalizzati utili a migliorare il proprio riposo e visualizzabili sia sullo smartwatch che sull’account personale di Garmin Connect;
  • attività ultra-running: è disponibile un vero e proprio timer che tiene traccia del tempo trascorso durante le soste di riposo nelle basi vita, monitorando costantemente come queste stiano influendo sul tempo di gara;
  • nuovi programmi di allenamento: nuovi profili training disponibili tra cui cardio, forza, yoga e pilates possono ora essere scaricati dall’app Garmin Connect e sincronizzati direttamente sull’orologio;
  • funzione Fitness Age: stima l’età biologica del corpo dell’utente, analizzando informazioni quali la sua anagrafica, il livello di attività fisica giornaliero, la frequenza cardiaca a riposo e la percentuale del grasso corporeo (per gli utenti della bilancia Garmin Index) o l’indice di massa corporea.

(Photo © Pagina Facebook Garmin)