In questo articolo si parla di:

Si è svolta lo scorso weekend la IV edizione di Italian Bike Festival. Per quest’anno gli organizzatori dichiarano la presenza di oltre 30.000 visitatori registrati per 40.000 ingressi totali. Vale a dire che i numeri del 2020 sarebbero già stati superati già nel corso della giornata di sabato, a guardare i numeri un vero successo, aiutato anche dal bel tempo e dalla grande partecipazione di aziende e media. Noi c’eravamo, e sul prossimo numero di Bikefortrade troverete un nutrito report con le nostre interviste esclusive.

IBF si conferma quindi come tra i principali appuntamenti continentali per il settore del ciclo, grazie a un’edizione senza precedenti, fin dall’inizio, con un’area espositiva di oltre 50.000 mq e la presenza record di più di 400 aziende. Al termine della tre giorni sono stati più di 30.000 i visitatori registrati, per un totale di presenze che supera quota 40.000.

Nonostante l’obbligo di registrazione e di esibizione del Green Pass all’ingresso, il nostro pubblico non ci ha abbandonato, regalandoci un’edizione indimenticabile del Festival è il commento degli organizzatori, che hanno aggiunto Il nostro ringraziamento va innanzitutto a loro, che continuano a dimostrarci affetto infinito e a rendere unica la manifestazione. Tutto questo non sarebbe possibile senza loro e senza il supporto delle aziende e delle istituzioni locali. Il Comune di Rimini, APT Servizi Emilia Romagna e Visit Romagna hanno creduto in Italian Bike Festival quando era solo un sogno, un’idea, ed oggi vivono insieme a noi la straordinaria evoluzione che la manifestazione ha avuto in solo quattro edizioni. Il rapporto stretto con il Comune e il Sindaco Gnassi ci ha permesso di lavorare ad una programmazione a lungo termine che continuerà a vedere Rimini come Capitale italiana delle due ruote”.

Grande successo anche per le attività dell’Extra Festival. Oltre 400 ciclisti hanno scoperto le meraviglie dell’entroterra romagnolo partecipando alla seconda edizione della Malatestiana mentre in 100 si sono dati appuntamento questa mattina per prender parte alla Cargo Bike Revolution, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti dell’utilizzo di questo straordinario mezzo nei contesti urbani.

Un bagno di folla ha accolto i tantissimi ospiti ed atleti che hanno preso parte all’evento: Mario Cipollini, Omar Di Felice, Marco Aurelio Fontana, Justine Mattera, Katia Aere e tanti altri campioni. “Uno dei principali focus di questa edizione è stato quello sulla mobilità urbana e sostenibile – hanno aggiunto gli organizzatori – Non solo urban bike ed eBike. A Rimini erano presenti tutte le principali novità di questo mercato: dai monopattini alle bici pieghevoli, passando per le moto elettriche e ogni innovativa soluzioni immaginata per rendere la mobilità dolce sempre più comoda e sicura. Un nuovo concetto di ‘spostamento’ che si sposa alla perfezione con la filosofia della città di Rimini, da sempre particolarmente Bike friendly grazie ad una rete di ciclabili che supera i 100km”.

Ovviamente non finisce quiconcludono gli organizzatoriInizieremo a lavorare da subito alla prossima edizione del Festival. Cercheremo di migliorarci ancora di più e analizzeremo tutti i feedback ricevuti dal pubblico e dalle aziende. L’appuntamento con Italian Bike Festival è per il 2022, sempre a Rimini, sempre al Parco Fellini di Rimini, dal 9 all’11 settembre”.