Dopo le collaborazioni con i produttori tedeschi di caschi Uvex e Alpina, ora anche il marchio francese EKOÏ integra il sistema di rilevamento delle cadute e di chiamata d’emergenza Tocsen Smart Crash Helmet Sensor nei suoi caschi da ciclismo.

EKOÏ, tra i leader di mercato in Francia e protagonista europeo delle attrezzature per il ciclismo, è costantemente alla ricerca di innovazione e delle ultime tecnologie, per aumentare lo stile, le prestazioni, il comfort e la sicurezza dei suoi atleti professionisti e dei ciclisti appassionati che acquistano i suoi prodotti online.

La dichiarazione

“Dopo aver testato diversi sistemi di rilevamento delle cadute e di chiamata d’emergenza, disponibili sul mercato, Tocsen ha ottenuto il primo posto distinguendosi per il preciso rilevamento degli urti, senza falsi allarmi, e per la comunità di primo soccorso. È ideale per tutti gli sport dove il casco è fondamentale, come il ciclismo, l’equitazione e gli sport invernali. Per un primo soccorso rapido, chiunque si trovi nelle vicinanze, ha scaricato l’applicazione gratuita Tocsen e si è unito alla comunità di soccorso, viene allertato e può intervenire in caso di emergenza” ha spiegato Jean-Christophe Rattel, fondatore e ceo di EKOÏ, che si è anche detto “convinto dalla precisione del sensore e dalla grande esperienza-utente generata dall’app”.

Sei squadre Pro indosseranno i caschi con Tocsen

Per la prossima stagione, i corridori delle squadre professionistiche di ciclismo su strada Cofidis, Lotto Soudal, Arkea Samsic, Qhubeka NextHash, Euskaltel Euskadi ed il team Elite mtb KMC Orbea saranno dotati di caschi EKOÏ che integrano i sensori di caduta Tocsen.

All’evento Roc d’Azur EKOÏ ha presentato al pubblico, in anteprima, la soluzione integrata con sensore di caduta. I caschi saranno disponibili su ekoi.com da questo autunno.