In questo articolo si parla di:

Il titolo italiano, quello europeo e poi la vittoria alla regina delle Classiche, la Parigi-Roubaix. Sonny Colbrelli è stato protagonista di una stagione storica.

Proprio per questo motivo, Sidi ha deciso di concentrare le emozioni delle più belle vittorie sulla tomaia della sua Wire 2, una scarpa alla quale il campione è particolarmente fedele.

“Scarpa vincente non si cambia”, è così che esordisce lo stesso Colbrelli, il quale continua affermando: “C’era l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda il nuovo design, avevo più di 10 bozzetti davanti a me e scegliere non è stato facile, erano uno più bello dell’altro. E’ incredibile come Sidi sia sempre così attenta e ogni volta faccia tutto il possibile per venire incontro alle mie esigenze. Sono davvero contento di lavorare con loro. La Wire 2 è il mio modello, ho un ottimo feeling con questa scarpa e si addice perfettamente al mio piede e alle mie necessità. Non vedo l’ora di indossarle, sono bellissime!”.

Durante l’ultima visita all’headquarter di Sidi a Maser (Treviso), Colbrelli si era infatti soffermato sulle bozze scegliendo in prima persona le grafiche che caratterizzano la tomaia bianca della Wire 2: le strisce e le stelle del campionato europeo che avvolgono la parte inferiore e quelle del campionato italiano sulla parte superiore.

Come da tradizione, la scarpa è realizzata artigianalmente in Italia ed è unicamente sviluppata per le esigenze e la conformazione del piede del campione bresciano.

Il prodotto

La tomaia della Wire 2 Carbon è realizzata in Microfibra Tech Pro, resistente, stabile e leggera.

La scarpa è dotata di due chiusure che garantiscono una precisa regolazione e un alto livello di comfort. Il meccanismo centrale, Single Tecno 3 Push, crea un perfetto equilibrio di tensione tra la parte interna ed esterna. Lo stesso tipo di rotore è applicato anche nella parte superiore e fa sì che la scarpa venga assicurata in tutta la sua lunghezza, grazie anche al Soft Instep Closure – 4, un morbido cinturino sagomato atto a distribuire la pressione in modo omogeneo, evitando l’uso del distanziale.

La suola leggera Vent Carbon, fatta a mano in fibra di carbonio a tramatura intrecciata, massimizza la rigidità mantenendo quel giusto grado di flessibilità necessario a trasferire al meglio la potenza di pedalata e ad evitare stress a carico dei tendini plantari, favorendo la microcircolazione.