In questo articolo si parla di:

Vittoria ha lanciato al suo interno una “raccolta ore” il cui equivalente in denaro sarà devoluto a enti benefici operativi in Ucraina con lo scopo di aiutare la popolazione martoriata dalla guerra. Tutti i dipendenti del Gruppo hanno devoluto ore del proprio lavoro in beneficienza. Per massimizzare l’impatto dell’iniziativa, l’azienda devolverà il doppio di quanto devoluto da ogni dipendente. Tramite uno sforzo comune, Vittoria e suoi dipendenti doneranno 500 ore di lavoro nel mese di marzo.

Vittoria è scioccata dalla tragedia che ha colpito il popolo ucraino. Oltre a cambiare il logo del marchio sui social media con i colori della bandiera ucraina, il marchio italiano ha intrapreso azioni sempre più concrete per dimostrare la propria vicinanza e supporto a chi sta vivendo il dramma della guerra sulla propria pelle. Una di queste è la collaborazione con il produttore di biciclette 3T per la fornitura di una versione speciale di pneumatici gravel Vittoria Terreno Dry – personalizzati con i colori della bandiera ucraina – che saranno montati su un modello in edizione speciale. I proventi della vendita di questa bicicletta, unica e in tiratura limitata, saranno completamente devoluti a favore del popolo ucraino. In aggiunta all’iniziativa della raccolta ore, Vittoria sta già programmando altre attività con lo scopo di raccogliere fondi e portare aiuto in modo sempre più concreto.

Stijn Vriends, presidente e ceo di Vittoria Group ha affermato: “In Vittoria crediamo nella forza della libertà. Ora più che mai, sentiamo l’esigenza di difendere questo diritto fondamentale. Continueremo a fare sentire la nostra voce: Ride bikes, not tanks!