In questo articolo si parla di:

Negli ultimi mesi, Porsche ha acquisito partecipazioni in diverse società del mercato delle eBike. Oltre al marchio croato Greyp, grande scalpore ha fatto la notizia dell’acquisizione di tutte le quote del colosso Fazua.

Ma Porsche ha deciso di non fermarsi. La notizia della settimana è che svilupperà e produrrà internamente anche sistemi di trasmissione per bici a pedalata assistita. Secondo un portavoce dell’azienda, probabilmente ci vorrà fino alla metà del decennio per vedere i primi prodotti lanciati sul mercato ed è troppo presto per fare dichiarazioni sulle vendite future previste.

Dalla partnership tra il costruttore tedesco e la società olandese Ponooc Investment B.V. sono nate due nuove realtà aziendali: la Porsche eBike Performance GmbH, con sede a Ottobrunn vicino a Monaco, e la P2 eBike GmbH, con sede a Stoccarda. La prima svilupperà sistemi di trazione elettrica per le due ruote, mentre la seconda li applicherà alle nuove generazioni di eBike Porsche che arriveranno dalla seconda metà di questo decennio.

La nomina del manager di alto livello Jan Becker, ex ceo di Porsche Lifestyle GmbH & Co. KG, come presidente della direzione di Porsche eBike Performance GmbH, dimostra l’importanza del comparto per l’azienda. La sua controparte in P2 eBike GmbH sarà Moritz Failenschmid, che è anche amministratore delegato di Focus Bikes.

“Jan Becker e Moritz Failenschmid sono esperti quando si tratta di creare e sviluppare iniziative lungimiranti e orientate al cliente”, ha affermato Lutz Meschke, vicepresidente del consiglio di amministrazione di Porsche AG. “Come parte di un team altamente qualificato e motivato, lo dimostreranno. Come è caratteristico di Porsche, si tratta di sviluppare prodotti che ispirino le persone attraverso un design intelligente, una tecnologia sofisticata e prestazioni eccezionali”.