In questo articolo si parla di:

Da alcune settimane è arrivata nei negozi la XXR Carbon di Brinke, la nuova eMtb annunciata in anteprima lo scorso settembre all’Italian Bike Festival. Il marchio italiano ha annunciato anche due testimonial d’eccezione che hanno scelto di testare la bici top di gamma dell’azienda di Desenzano del Garda: gli atleti Michela Moioli e Filippo Della Vite.

Snowboarder tra le più forti al mondo nella sua generazione, Moioli ha vinto l’oro ai Giochi Olimpici di Pyeongchang 2018 e un argento nella gara a squadre a Pechino 2022, mentre ai Mondiali di snowboardcross ha conquistato tre argenti e tre bronzi.

La bergamasca ha scelto la XXR Carbon di Brinke per le sue sessioni di allenamento a pedali o per ricaricarsi nel poco tempo libero. “La bici ha superato sin dalla prima prova ogni mia aspettativa”, ha dichiarato Moioli. “Ho notato subito una guidabilità eccezionale mai provata prima. Agile, maneggevole, leggera mi ha fatto divertire sia in trail sia in bike park, favorendo un feeling naturale e immediato. Il design mi ha fatto fare un figurone”.

Filippo Della Vite, sciatore classe 2001, ha vinto una medaglia d’argento ai Mondiali juniores 2022 e nell’ultima stagione di Coppa del Mondo ha ottenuto i suoi primi piazzamenti in Top 10 in slalom gigante.

Il progetto XXR Carbon

La XXR Carbon è la naturale evoluzione di anni di ricerca del brand nel settore delle eMtb full suspended che hanno portato anche alla realizzazione del modello in alluminio, la X6R, ancora a catalogo, aggiornata con le tecnologie 2023, dedicata soprattutto a un utente più universale, con geometrie e posizione in sella meno estreme.

In equilibrio tra grande trazione in salita, velocità e controllo in discesa, grazie a un intenso lavoro sulle geometrie, sfrutta un reach importante ma non estremo per tutte le taglie e un chain stay compatto ma non troppo, in grado di alloggiare anche ruote da 29”. XXR Carbon verrà comunque offerta in configurazione mullet come primo allestimento per entrambe le versioni.

Un flip chip dà la possibilità di variare l’assetto o montare la ruota posteriore da 29″ senza modificare le geometrie e quindi l’altezza del movimento centrale; importante anche la scelta di pedivelle corte da 160 mm soprattutto in certi percorsi che presentano molti ostacoli, per evitare quanto possibile impatti indesiderati. L’angolo sterzo è di 65 gradi, modificabile a 64,2 in posizione “low” per avere una bici stabile ed efficace in discesa. Il tubo sella, inoltre, è molto verticale per avere un’ottima performance di pedalata in salita.

L’angolo sella è differente per le diverse taglie, in modo da mantenere gli stessi dati modificando di mezzo grado per ogni misura la sua inclinazione: 77° in taglia M, 77.5° per la L e 78° per la XL. Questo fa sì che ogni taglia abbia lo stesso baricentro, con una posizione in salita molto avanzata sull’anteriore per dare controllo e stabilità, senza però pregiudicare le capacità discesistiche di una bici studiata per andare forte.

Il nuovo telaio in carbonio è coadiuvato da una sapiente scelta dell’allestimento, che prende in considerazione le ultime e più avanzate tecnologie sul mercato. Partiamo dal cuore pulsante di XXR Carbon, il motore Shimano EP801 con 85 Nm di coppia, compatto, silenzioso, connesso e personalizzabile, con il nuovo display Shimano,ancora più ergonomico e intuitivo. La batteria Darfon da 720Wh è autorizzata Shimano e rientra nel programma service center della casa giapponese.

Le ruote sono una componente fondamentale per assicurare una guida veloce e sicura e Brinke opta per un prodotto assemblato a mano in Italia con cerchi in carbonio (per la versione Race) e mozzi Shimano. XXR Carbon conferma la volontà dell’azienda di Desenzano del Garda di continuare a investire nell’innovazione tecnologica e di prodotto, con un occhio di riguardo allo stile e al design. In numeri, la nuova bici ha un’escursione di 160 mm al posteriore e 170 mm all’anteriore (per il modello Race), con geometrie bilanciate con chain stay da 445 mm e angolo sterzo con possibilità di modifica grazie al flip chip al carro posteriore.

Per quanto riguarda il design, Brinke ha studiato una perfetta integrazione di motore e batteria per creare un sistema telaio/drive unit che fosse quanto più possibile armonioso nel suo insieme. L’obiettivo era avere un look distintivo e un design pulito, il tutto valorizzato da una grafica accattivante. XXR è disponibile in due allestimenti: Carbon Race e Carbon.

Nella foto in apertura: Michela Moioli e Mirco Gualdi, Italy sales manager di Brinke