In questo articolo si parla di:
conor wrc italia

Nei mesi scorsi il marchio spagnolo Conor WRC è entrato nel mercato italiano grazie alla partnership con Alaracing, distributore dal 2007 di prodotti moto e bici fondata da Fabrizio Duranti.

Conor WRC nasce nel 1990 su iniziativa di Javier Orbaiceta. Con sede a Egüés, in Navarra, l’azienda produce al momento circa 17 mila bici all’anno come riporta BiciDaStrada. La sua offerta spazia dal gravel alla strada, passando per mtb front e full suspended fino alle bmx, alle bici urban e a quelle per i bambini. A eccezione di questi ultimi e del road, Conor sviluppa anche modelli elettrici, per una gamma che nel complesso propone bici entry level e media-alta gamma.

La WRC Volcano è una delle bici da strada in carbonio di Conor. Il marchio spagnolo mette la firma non solo sul telaio, ma anche su manubrio e ruote. A catturare l’attenzione è il particolare disegno del tubo piantone, che permette di accorciare il carro posteriore e rendere la bici più reattiva.

La hardtail WRC Xtrem di Conor, con telaio in carbonio e una forcella Rock Shox da 100. Anche in questo caso diversi componenti sono della stessa Conor, come reggisella, manubrio e stem 

BiciDaStrada sottolinea come uno dei punti di forza di Conor sia la flessibilità dei suoi accordi commerciali con i negozianti, a cui non impone alcun vincolo o minimo d’ordine. Inoltre, i retailer hanno la possibilità di personalizzare l’allestimento delle bici.

Al momento, Conor è presente in circa 1.200 punti vendita tra Spagna, Portogallo, Francia, Danimarca, Porto Rico e Italia. Nel nostro Paese al momento i dealer attivi sono 90.

Alaracing si occuperà anche delle attività di promozione, supporto e assistenza tecnica insieme alla casa madre spagnola. L’azienda umbra, di base a Spoleto, distribuisce marchi come Brynje, Rubena Tyres, Vulcanet e Auvray.

Alaracing è anche proprietaria dei brand Il Sorpasso e Magistroni. Il primo è un marchio d’abbigliamento made in Italy, pensato per il ciclismo d’epoca ed urbano di oggi, mentre Magistroni si occupa di componenti. Per quest’ultimo, Alaracing ha avviato il progetto di rilancio di questo prestigioso brand, con la progettazione di una guarnitura in acciaio interamente prodotta in Italia per biciclette classiche, custom e fixed.