In questo articolo si parla di:

È stata confermata anche per il 2024 la collaborazione fra Nalini e l’Ente di promozione sportiva e culturale. La stretta di mano fra il brand italiano ed Acsi si tradurrà in un nuovo anno di sinergia a sostegno del movimento amatoriale, a partire dall’ufficializzazione del calendario del Circuito Nalini Road Series, che, per la sua quarta edizione, rivoluziona la sua formula, raddoppiando in direzione gravel.

“Un nuovo anno ciclistico parte da lontano, con grande pianificazione organizzativa di eventi, iniziative e progetti”, ha dichiarato il vicepresidente ACSI, Emiliano Borgna. “Sembra retorica ma sempre di più cerchiamo di farlo con aziende che credono nel mondo amatoriale e nella sua struttura e codificazione. Partendo dal passato, dalle radici del movimento per poter fare una proiezione a breve, medio raggio, focalizzandoci sempre sugli interessi dei cicloamatori.  Doveroso pertanto ringraziare Nalini per continuare a credere nelle nostre iniziative e nei nostri eventi. Un’azienda che ha fatto la storia e ha scritto alcune tra le pagine più belle del mondo professionistico, ma che ora più che mai è proiettata in un futuro, anche attraverso competenze e know how che permettono di essere sempre i primi in materia di ricerca e sviluppo, come nel caso del completo Dyneema. Grazie pertanto per continuare a pedalare insieme”.

“Con orgoglio annunciamo che anche per il 2024 saremo al fianco di ACSI e ringraziamo il suo vicepresidente, Emiliano Borgna, per la piena collaborazione offerta, in particolare in relazione al Circuito Nalini Road Series. La mission condivisa con ACSI è far scoprire a più persone possibili i benefici della bicicletta in termini di benessere psico-fisico e di mobilità sostenibile. Per Nalini il ciclismo è innanzitutto uno sport inclusivo, di aggregazione, fortemente motivante. Numerose partnership messe in campo per il 2024 conferiranno ulteriore concretezza a questa visione aziendale”, ha affermato il direttore generale di Nalini, Giuseppe Bovo.