In questo articolo si parla di:
schwalbe

È il primo pneumatico per bicicletta al mondo con un processo di riciclo dei materiali. Schwalbe ha presentato recentemente una valutazione dettagliata del ciclo di vita (LCA) del Green Marathon per quantificarne l’impatto ambientale. Il risultato: con 1,43 kg di CO2 equivalenti (CO-2eq)*, il Green Marathon risparmia complessivamente il 41% di CO2eq rispetto al modello precedente. Il Marathon del 2010 aveva già un’impronta di CO2eq inferiore a quella di altri pneumatici per bicicletta grazie all’uso di materiali riciclati, anche nella protezione antiforatura. La valutazione del ciclo di vita è stata redatta sulla base di rigorosi criteri scientifici e in conformità alle norme vigenti. Schwalbe ha lavorato a stretto contatto con i fornitori e i sub-fornitori per raccogliere i dati rilevanti.

Le materie prime causano la maggior parte delle emissioni

L’impronta di carbonio del prodotto (PCF) calcolata con la valutazione del ciclo di vita fornisce un dato fondamentale: la maggior parte delle emissioni, il 62% in totale, è causata dalle materie prime. Circa un terzo è causato dal consumo di energia durante la produzione e poco meno del 3,5% è causato dalla logistica dei trasporti. Ciò sottolinea l‘importanza della ricerca sulle materie prime e sui materiali per ridurre l‘impatto ambientale. Dal 2013 Schwalbe lavora intensamente all‘ottimizzazione ecologica dei materiali di tutti gli pneumatici e delle camere d‘aria.

Product carbon footprint (PFC) Green Marathon

Sebastian Bogdahn, environmental R&D manager: “Il Green Marathon è il risultato di anni di lavoro di ricerca e sviluppo e un prodotto di punta, come sottolinea il risultato della valutazione del ciclo di vita. Allo stesso tempo, il lavoro per noi non si ferma qui. Il nostro obiettivo è creare valutazioni del ciclo di vita per tutti i principali prodotti entro il 2025 e allo stesso tempo ridurre ulteriormente l‘impatto ambientale dei nostri pneumatici e delle nostre camere d’aria“.

Schwalbe ha ottenuto la maggior parte delle riduzioni di CO2 nel Green Marathon utilizzando materie prime riciclate e rinnovabili. Lo pneumatico è il primo prodotto a utilizzare il 100% di nerofumo riciclato (rCB). L’rCB è un prodotto diretto del riciclo degli pneumatici Schwalbe e sostituisce il nerofumo di origine fossile.

green marathon

 

Qual è il prossimo passo?

La valutazione del ciclo di vita del Green Marathon riflette lo stato attuale dello sviluppo e della valutazione sostenibile dei prodotti di Schwalbe e rappresenta il primo passo. L’azienda, a conduzione familiare, sta attualmente lavorando a pieno ritmo per sviluppare ulteriormente la metodologia di valutazione del ciclo di vita, al fine di calcolare e pubblicare le valutazioni del ciclo di vita di tutti i principali prodotti Schwalbe entro il 2025. Oltre alle materie prime e alla produzione, saranno inclusi anche l‘uso e lo smaltimento o il riciclo dei prodotti.

Informazioni dettagliate sul calcolo

Per determinare il risparmio di CO2, è stato calcolato e valutato un PCF dettagliato di entrambi i modelli Marathon utilizzando il software “LCA for Experts” in conformità con l‘attuale standard IPCC AR6 (GWP 100, esclusa la CO2 biogenica). In particolare, lo studio secondo la norma DIN EN ISO 14067 è un “PCF parziale”, descrive la quantità totale di gas serra emessi da uno pneumatico, dall’estrazione delle materie prime al prodotto finito (“cradle-to-gate”), ed è espresso in equivalenti di CO2. Sono incluse tutte le materie prime che costituiscono almeno il 5% in massa del peso totale dello pneumatico. Entro il 2025, il confine del sistema della valutazione del ciclo di vita sarà esteso in modo da mappare l’intero ciclo di vita del prodotto, dall’estrazione delle materie prime al riciclo (“cradle-to-cradle”), includendo tutte le materie prime a partire dall’1 percento della massa.