In questo articolo si parla di:

Q36.5 annuncia una nuova collaborazione con Maurizio Fondriest. Campione del mondo su strada nel 1988, a 23 anni, Fondriest diventa il nuovo ambassador del marchio di abbigliamento e scarpe da ciclismo con sede a Bolzano.

Q36.5 darà in dotazione a Fondriest i capi della nuova stagione primavera/estate 2024. Tra i prodotti di punta della nuova collezione, ci sono i pantaloncini da ciclismo Dottore Pro e le scarpe Dottore Clima.

I capi della collezione SS2024 saranno lanciati sul mercato nella seconda metà del mese di febbraio e saranno disponibili sul sito di Q36.5 e nei migliori negozi di ciclismo europei e mondiali.

Per Q36.5, Fondriest è una grande aggiunta al team di testimonial, che annovera anche il campione di ciclismo Vincenzo Nibali: questi atleti professionisti rappresentano in modo unico ed autentico il marchio, oltre ad esserci una vera e propria collaborazione con il marchio volta ad accrescere il valore tecnico e la qualità dei prodotti.

I Tre Punti di Contatto del ciclista

Q36.5 ha studiato un sistema di prodotti che permette di supportare i “Tre Punti di Contatto” più sensibili e importanti del corpo del ciclista con la bicicletta: sella, manubrio e pedali.

Durante gli studi compiuti dall’azienda è stata analizzata la profonda correlazione tra questi tre punti e tutte le variabili che possono influenzare la posizione del ciclista sulla sella, e quindi il comfort e le prestazioni, come i diversi tipi di selle, di scarpe o pedali, così come l’anatomia del corpo e la posizione di pedalata dell’atleta.

La ricerca ha dimostrato la necessità di una soluzione adattiva che potesse ridurre al minimo la differenza di comfort con tutte queste variabili. Lo studio e la sperimentazione hanno portato l’azienda allo sviluppo di una nuova tecnologia di fondelli proprietaria chiamata Q36.5 Chamois Adaptive Technology, applicata dal marchio a tutti i nuovi pantaloncini da ciclismo della prossima stagione calda.

Un altro grande atleta si unisce al gruppo di Ambassador di Q36.5″, ha dichiarato Luigi Bergamo, ceo e responsabile ricerca e sviluppo Q36.5.

“Quando da ragazzo ho iniziato a pedalare, mi allenavo insieme a lui sulle strade della Val di Non e, successivamente, l’ho seguito con grande ammirazione durante tutta la sua carriera. Sono onorato di poter oggi intraprendere questa nuova collaborazione. Maurizio rimane, oggi come allora, oltre che un grande campione, un grande appassionato di ciclismo. Attento e meticoloso ad ogni aspetto tecnico legato allo sport che più ama”.

“Leggendaria risulta la sua cura per la posizione in sella, alla ricerca della geometria perfetta. Su questo argomento siamo in grande sinergia. Sarà un piacere poter ricevere da Fondriest feedback preziosi per sviluppare e rendere ancora più innovativi i nostri capi e i nostri prodotti”.

“La ricerca della perfezione in sella è sempre stata una priorità per me”, ha dichiarato Fondriest. “Il corretto assetto in bici permette di sentirsi bene, concentrarsi sulla performance o semplicemente godersi la pedalata. L’abbigliamento e le scarpe che si indossano sono in tal senso un elemento chiave, anche se spesso sottovalutato. Q36.5 è un marchio che seguo da diversi anni ed ammiro per l’alta qualità e tecnicità dei suoi capi ed in particolar modo per l’attenzione che il marchio dedica al sostegno di un concetto unico: quello dei Tre Punti di Contatto, che ha come obiettivo il comfort complessivo del ciclista.”

Nella foto in apertura: Maurizio Fondriest e Luigi Bergamo, ceo di Q36.5