In questo articolo si parla di:
schwalbe camere d'aria riciclo

Schwalbe implementa il suo programma di riciclo delle camere d‘aria anche in Italia. Con effetto immediato, anche nel nostro Paese i consumatori finali possono restituire ai rivenditori specializzati le camere d‘aria usate per biciclette.

Queste vengono rispedite all’azienda tedesca, riciclate con un processo di devulcanizzazione sviluppato internamente e utilizzate per la produzione di nuovi prodotti.

Oggi ogni camera d’aria standard Schwalbe contiene già circa il 20% di materia prima riciclata. Il bilancio energetico del processo di riciclo, compreso il trasporto, è estremamente positivo. Rispetto alla produzione della stessa quantità di butile nuovo, si risparmia l‘80% di energia.

Dall’avvio del programma di riciclo delle camere d’aria nel 2015, sono già stati riciclati più di dieci milioni di camere d’aria. Con l’aggiunta di Italia e Francia, il numero di paesi partecipanti sale a undici e altri sono in arrivo.

La partecipazione al programma è gratuita per tutti i rivenditori di biciclette. Il processo è molto semplice: innanzitutto, le vecchie camere d‘aria per biciclette, indipendentemente dalla marca, vengono raccolte in scatole. I rivenditori possono quindi accedere al portale UPS con il proprio ID Schwalbe, stampare l‘etichetta di spedizione gratuita e allegarla al pacco.

Il pacco può quindi essere consegnato ad un punto di ritiro UPS, ai corrieri UPS o può essere organizzato un ritiro presso il negozio.