In questo articolo si parla di:

La gamma GT di Campagnolo rappresenta un vero e proprio inno alla libertà, un invito a scoprire il piacere dell’esplorazione in bici andando oltre il solo concetto di performance. Una collezione progettata sapientemente per lasciarsi andare e vivere finalmente le avventure gravel con una nuova dose di spensieratezza, lontano dalle esasperazioni del mondo puramente racing e vicino a quello che è lo spirito più puro dell’andare in bici senza troppi pensieri e in assoluta libertà, scegliendo di volta in volta la propria strada, ma con componentistica affidabile, robusta e prestazionale, che non lascerà scontenti quando sarà il momento di “chiedere di più” alla componentistica della propria bici.

Proprio dalla flessibilità di un’unica bicicletta che si muove con disinvoltura tra strade asfaltate e vie sterrate, attraverso le avventure bike-packing più audaci nasce il gravel, che rappresenta la dimensione più libera e inclusiva del ciclismo moderno. Ed è a questi utenti che Campagnolo si rivolge con il nuovo gruppo Ekar GT in accoppiata alle ruote Zonda GT. L’estensione GT – Gran Turismo identifica i ciclisti che sentono proprio il motto “don’t hold back”. Ekar GT nasce quindi per essere versatile, infatti la nuova trasmissione mono-corona 1x13permette di combinare ben quattro opzioni di cassette (9/36, 9/42, 10/44 e 10/48) con cinque corone (44, 42, 40, 38 e la nuova opzione da 36). In questo modo ognuno può scegliere la propria rapportatura in base alle proprie esigenze, tra un ampio spettro di possibilità.

EKAR GT &ZONDA GT

La nuova guarnitura in alluminio garantisce una trasmissione ottimale grazie alle tecnologie Ultra-Torqu e ProTec, oltre alla comodità di cambiare le corone senza dover smontare la guarnitura stessa. Il cambio è stato progettato per essere facile e intuitivo. La semplice modalità di regolazione e la presenza della frizione saranno apprezzate dai ciclisti più esigenti così come da quelli alle prime armi, soprattutto quando si affrontano le strade più dissestate. La gabbia del cambio, unica per tutte le cassette, permette di montare rapidamente la rapportatura scelta. Forte dell’esperienza di Ekar, il nuovo gruppo Ekar GT ha una puleggia più grande per prevenire l’accumulo di fango e facilitare la pulizia. La rinnovata ergonomia dei comandi garantisce un’area di appoggio del palmo estremamente confortevole e un’ampiezza di regolazione delle leve pensata per mani di ogni dimensione. Ekar GT pertanto si distingue per una maggiore sensazione di comodità. La presa e il comfort per le mani del ciclista sono stati al centro dei pensieri dei progettisti, che hanno voluto migliorare l’esperienza di tutti, sia durante i tratti brevi che le lunghe uscite in bici. Frutto di una continua ricerca della qualità, ogni singolo componente è stato realizzato con materiali di prima scelta, contribuendo ad accrescere il livello di confidenza in bicicletta con un occhio di riguardo verso la robustezza, per migliorare la durabilità e facilitare la manutenzione. Con un peso di 2.700grammi, un po’ più del vecchio Ekar, si riconosce anche per la nuova grafica che mette in risalto la ruota alata e il logo Ekar GT con eleganti e minimali gradazioni tono su tono.

Il punto di incontro tra gravel e strada sono le nuove ruote Zonda GT, un prodotto trasversale e strategico che si integra perfettamente con Ekar GT e si inserisce nella gamma ideale per chi si avvicina al ciclismo. Con la distintiva raggiatura G3 a otto razze, la coppia di ruote viene prodotta nella sola versione disc-brake e pesa 1.690grammi. Canale interno di 23 millimetri, corpetto N3W e altezza del profilo di 29millimetri completano la descrizione. Ekar GT e Zonda GT si faranno notare per un’eleganza superiore a un prezzo che allarga la base di utenti che desiderano entrare nel mondo Campagnolo.