In questo articolo si parla di:

Nalini lancia un sistema integrato fondello MOA+ bretelle per il bib short chiamato Contact, con l’obiettivo di potenziare ai massimi livelli comfort e prestazioni in sella.

La sfida che ci eravamo prefissati era focalizzata sull’innovare radicalmente il concetto stesso di fondello, da sempre fiore all’occhiello della nostra azienda”, ha dichiarato Giuseppe Bovo, direttore generale Nalini.

“La soluzione è giunta dopo un intero anno di test, una serie di modifiche e di interventi per perfezionare il prototipo e giungere finalmente al traguardo: un rivoluzionario sistema di fissaggio finalizzato a trasformare il pantaloncino e il suo fondello in una seconda pelle per l’atleta che lo indossa. Ho sviluppato con il mio team e testato personalmente Contact e da ciclista, una volta provato, posso dichiarare senza ombra di dubbio che sarà difficile farne a meno”.

Secondo Nalini, siamo di fronte a una nuova concezione di fissaggio del fondello, che parte da una differenza sostanziale rispetto ai classici pantaloncini da ciclismo, dove le bretelle vengono cucite al corpino o alla vita.

La costruzione di Contact prevede che le bretelle vengano fissate direttamente al fondello con cuciture laterali e, tramite una serie di asole di passaggio collocate sul pantaloncino privo di corpino, rimangano perfettamente in sede, garantendo un’ottima stabilità e consentendo al fondello stesso di aderire e di seguire alla perfezione ogni movimento del corpo durante la pedalata.

In sostanza, il sistema rappresenta una nuova frontiera del comfort in sella, perché dona al ciclista una sensazione mai provata prima di protezione, ma anche di assoluta libertà di movimento, perché il fondello è costantemente aderente al corpo.