In questo articolo si parla di:

Un nuovo manubrio per continuare a primeggiare nel World Tour, e garantire ai pro le migliori sensazioni possibili mentre lottano per le corse più importanti al mondo. È proprio sfruttando i feedback dei più forti ciclisti in attività che Vision, brand della famiglia FSA, ha creato il 5D EVO, con l’obiettivo di superare le loro aspettative in termini di performance, ergonomia e comfort.

Il 5D EVO mantiene tutti gli aspetti che rende unica la famiglia 5D, in particolare la curvatura in avanti di 10 gradi che consente una migliore respirazione e l’integrazione dei cavi. Il peso è di 320 grammi, più leggero della versione precedente, ed è stata aumentata anche la rigidità e la capacità di assorbire le vibrazioni. Lo stack, invece, è stato abbassato di 1,5 cm con l’obiettivo di rendere la posizione del ciclista ancor più aerodinamica.

Nonostante il processo di creazione del manubrio sia stato rivolto alla pura performance e ai professionisti, Vision ha voluto anche rivolgersi a chi sogna di emulare i grandi campioni. Per questo motivo l’azienda americana ha introdotto due misure in più per quanto riguarda lo spessore (L-XL), in modo che tutti possano sentirsi al meglio in bici.

Lo spessore delle due versioni EVO-L ed EVO-XL

Lo stack a confronto tra il 5D 3K e il nuovo 5D EVO

Caratteristiche tecniche

• Aerodynamic integrated Cable Routing (ACR)
• Costruzione in carbonio
• Compatibile per Di2 e passaggio cavi interno
• 5 mm di offset
• Drop (125 mm), reach (80 mm), stack (40 mm)
• Curvatura di 10 gradi
• Finitura in carbonio 3K
• 320 g nella misura 110×420 mm

Personalizzazione completa

Gli spacer ACR di Vision consentono ai ciclisti di integrarli in maniera ideale nei manubri come il Metron 5D Evo. Si presentano con un’aerodinamica migliorata e sono stampati in 3D, in modo da adattarsi alla forma dei telai, e sono realizzati in uno speciale composito con una struttura interna di eccezionale resistenza.