In questo articolo si parla di:

Ha preso il via domenica 28 aprile, da Lozzo di Cadore, la prima edizione di “Grand Slam Dolomitico”, un circuito in dodici prove che unisce ciclismo e podismo e i territori di Cadore, Comelico e Carnia, in alcune tra le più suggestive località montane tra Veneto e Friuli. Dodici eventi e dodici località uniti nell’arco di sette mesi, da aprile a ottobre per una manifestazione che determinerà sì delle classifiche finali ma il cui scopo primario non è tanto la competizione fine a stessa quanto la partecipazione, il vivere lo sport e la montagna, lo sport in montagna.

Il via è stato dato con una manifestazione dedicata ai runner, il Trail de le Longane, gara sui 15 chilometri (1.100 i metri di dislivello) proposta dal gruppo Fatti di Lozzo in sinergia con diverse realtà locali, gara che, sul traguardo di Lozzo di Cadore, nel Bellunese, ha visto imporsi il bellunese di Auronzo Federico Vecellio Patis e la slovena Lucija Krkoč. La seconda prova si svolgerà, mercoledì 1 maggio, a pochi chilometri di distanza: si tratta del Giro delle Coste, manifestazione che andrà in scena a Calalzo di Cadore a cura del locale Gruppo Marciatori e che potrà essere disputata nella versione di sola corsa oppure nella versione duathlon, corsa e mtb, singolarmente o a coppie.

Il terzo appuntamento è in calendario per il 9 giugno: è il cross country delle Dolomiti, manifestazione organizzata a Vigo di Cadore dallo Spiquy Team. Con la quarta tappa, il Grand Slam Dolomitico approderà a Lorenzago di Cadore per una manifestazione all’esordio, il Trail dei Maghe, gara di corsa che propone un tracciato di 18 chilometri per 950 metri di dislivello positivo, oltre a due percorsi più brevi.

Ancora corsa protagonista per il quinto appuntamento, la Marcia di San Giovanni, in calendario per il 23 giugno tra Domegge di Cadore e l’Eremo dei Romiti. Confronto a pedali sarà invece quello della Pedalonga, del 20 luglio, ormai storica manifestazione di mtb che quest’anno passa dalla formula a coppie a quella individuale. Si gareggerà sui sentieri di Comelico Superiore, a cura dello Spiquy Team che, accanto all’evento bike propone anche una manifestazione podistica, la Pedarun. Il 28 luglio ci si trasferirà ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo per il Giro del Lago di Misurina, gara dedicata ai podisti e proposta da Cadini Promotion.

Dopo le prime sette tappe nel Bellunese, ecco il primo appuntamento in Friuli Venezia Giulia: è il Trail delle Dolomiti Friuliane, in programma a Forni di Sopra per il 25 agosto: due gli eventi proposti, il trail di 21 chilometri e una gara più breve di 8 chilometri. Il 15 settembre a Vigo di Cadore ancora la corsa protagonista, con la Tudaio Trail Run. Il 22 settembre per gli amanti del dislivello c’è Cadore Vertical Kilometer: in questo caso l’appuntamento è a Domegge di Cadore, a cura del Gruppo Marciatori Calalzo.

Il 29 settembre si torna a pedalare, questa volta con la bicicletta da corsa, per la Cronorazzo, cronoscalata da Vigo di Cadore a Casera Razzo. L’evento è proposto dallo Spiquy Team. Il 13 ottobre si ritorna in Friuli per la dodicesima e ultima prova: è il Trail delle Malghe, gara di 16 chilometri a Forni di Sopra. Al termine, verranno stilate delle classifiche relative sia all’ambito assoluto sia a categorie specifiche: under 20, over 50, over 60 e over 70.

“In occasione dei 20 anni dalla nascita dello Spiquy Team, abbiamo voluto ideare un circuito che valorizzare la corsa e il ciclismo, le due discipline che da sempre pratichiamo come società ma che, allo stesso tempo, fosse un’opportunità per valorizzare la nostra montagna”, ha spiegato Michele Festini Purlan, responsabile organizzativo del circuito. “Grand Slam Dolomitico nasce con l’obiettivo di riunire tanti eventi all’interno di un unico contenitore per far sì che da questa unione ogni manifestazione sia valorizzata e per far sì che tutti i nostri territori, spesso considerati marginali ma in realtà ricchi di eventi, possano essere promossi maggiormente. Il circuito è fatto di gare e quindi l’aspetto agonistico non può mancare. Ma l’obiettivo vero di Grand Slam Dolomitico vuole essere non tanto il risultato quanto la partecipazione, dei singoli e delle società”.

Le premiazioni finali si svolgeranno in autunno inoltrato (data e luogo saranno fissati nelle prossime settimane) e prevedono, accanto ai riconoscimenti per i primi classificati, l’estrazione di diversi premi tecnici.