In questo articolo si parla di:

Quando si acquistano dei prodotti online, si tende sempre a ricercare piattaforme affidabili e rinomate, ancora meglio se forti di qualche recensione positiva, per essere sicuri di effettuare un acquisto legittimo e non incorrere in qualche truffa. È una preoccupazione comune, ancor più diffusa quando si utilizzano marketplace specializzati nel second-hand e se si tratta di beni di un certo valore come abbigliamento firmato, smartphone o biciclette di alta gamma. All’epoca della nascita di buycycle, uno dei suoi fondatori si è trovato proprio in una situazione del genere: desiderava acquistare una bici da triathlon di seconda mano su uno store online, ma non era completamente tranquillo all’idea di pagare uno sconosciuto senza essere sicuro al 100% che la bici sarebbe arrivata e che fosse effettivamente come mostrata nell’annuncio. Da questa e altre esperienze simili è nata l’idea di fondare buycycle, che a distanza di tre anni dall’avvio del progetto conta più di 30.000 annunci online localizzati in 30 Paesi.

A renderla diversa dalle altre piattaforme contribuiscono una serie di elementi pensati per garantire la massima tranquillità non solo a chi acquista, ma anche a chi vende. E la prova che tali servizi funzionino a dovere è data dalla soddisfazione di chi li ha utilizzati: non a caso, la piattaforma ha un punteggio di 4.4/5 su Trustpilot.com, celebre “termometro” dell’affidabilità online. La tutela per chi compra tramite la piattaforma parte dal controllo su chi vende: a ogni utente che vuole pubblicare un annuncio viene infatti richiesto di verificare il proprio profilo caricando un documento d’identità valido, così da essere approvato dalla piattaforma.

Qualora un venditore dovesse fornire informazioni non corrispondenti al vero in merito alle condizioni di una bici o di altri elementi legati alla vendita, gli acquirenti possono avviare una procedura di reclamo entro 48 ore dalla ricezione del prodotto, e restituire il prodotto con il supporto del team di buycycle. E se per caso durante la spedizione la bici viene danneggiata, gli utenti hanno la possibilità di segnalare l’accaduto in modo molto facile compilando un modulo online, che insieme alle foto dei danni permette ai moderatori della piattaforma di verificare la situazione e fornire un risarcimento che potrebbe arrivare anche al reso completo.

Tramite il programma “Certified Pre-Owned” è inoltre possibile acquistare bici ricondizionate, che vengono selezionate dal team di meccanici buycycle e revisionate seguendo una checklist di circa 50 passaggi: dopo un’attenta ispezione del telaio e delle componenti, con l’eventuale sostituzione di pezzi danneggiati se necessario, le bici vengono anche testate su strada e dotate di una garanzia di due anni. C’è infine un sistema di pagamento e addebito intuitivo, studiato per tutelare entrambe le parti nel migliore dei modi: al momento dell’acquisto, sul conto o la carta dell’acquirente viene pre-autorizzato il pagamento, in modo da accertarsi che ci siano fondi sufficienti. Ma l’addebito vero e proprio avviene solo in seguito alla conferma, da parte del venditore, della disponibilità effettiva della bici – una procedura che solitamente avviene entro 24 ore dall’ordine.