In questo articolo si parla di:

Dopo più di due anni di lavori, Bianchi è pronta a inaugurare la sua nuova casa, che è anche un moderno impianto produttivo, anzi, il più moderno, essendo una tra le poche “Fabbriche 5.0”. Qui i cicli di produzione si basano a partire dal lavoratore anche tramite un’ergonomia migliorata. Con una potenza produttiva che può arrivare in prospettiva fino a 1.500 bici al giorno (su tre turni da 500 pezzi), Bianchi è pronta così ad affrontare le sfide del mercato del futuro.

La nuova fabbrica, completata in 24 mesi è anche sostenibile, grazie all’impiego di soluzioni innovative e all’avanguardia che mettono sempre la persona prima di tutto, infatti il progetto ha messo al centro il benessere dei collaboratori, con una rivisitazione ergonomica delle postazioni di lavoro, uno studio delle fasi di produzione con ausilio di tecnologie avanzate e la creazione di un’Academy interna per la formazione continua del personale.

Come detto, la nuova linea di produzione permette una capacità installata di 500 biciclette per turno ed è stata costruita secondo logiche di funzionamento e processi di produttività innovativi sviluppati da Bianchi. Ciascuna posizione della linea produttiva è stata completamente digitalizzata, eliminando tutte le fasi di movimentazione del materiale a favore di una maggiore efficienza. La nuova fabbrica ha una facciata “Celeste Bianchi”, ma un’anima green, grazie ad un impianto fotovoltaico da 500 Kw che garantisce autonomia energetica durante il periodo estivo. La temperatura interna è costantemente intorno a 23° e tutte le funzioni di gestione dell’impianto sono controllate automaticamente. Inoltre, all’interno della rinnovata sede trova spazio anche il nuovo showroom espositivo di Bianchi con la presenza dei modelli storici più rappresentativi.

Durante l’inaugurazione di giovedì 4 giugno 2024, è stata ufficializzata alla stampa anche la nomina del nuovo ceo, proprio da Salvatore Grimaldi, proprietario dell’azienda: “Ho avuto il privilegio di lavorare con Marco Gentili per alcuni anni ed è stato un consulente molto apprezzato da Grimaldi Industry ABMarco ha fatto un ottimo lavoro per me in Cina, conosce bene il Paese e parla fluentemente il mandarino. È in Bianchi dal 20 dicembre 2023 ed è pienamente coinvolto nei processi decisionali dell’azienda, che già conosce molto bene. Ora è stato nominato ceo di Bianchi e sono certo farà un ottimo lavoro, contribuendo a sviluppare ulteriormente l’azienda”.

Il Cavaliere del Lavoro Salvatore Grimaldi.

Nato a Roma il 3 luglio 1963, Gentili vanta una vasta esperienza manageriale sia a livello nazionale che internazionale nel mondo dell’industria. Nella sua carriera ha ricoperto il ruolo di presidente e amministratore delegato del Gruppo WAM per la Cina e la Corea del Sud, nonché quello di Koerber Schleifring China. Tornato al Gruppo WAM, Gentili è stato vicepresidente dello sviluppo commerciale per i Paesi nordici e la regione baltica, e poi ceo per il Nord America. Dal 2016 è fondatore e managing partner di Deucalion Management Consulting. “Sono orgoglioso di entrare a far parte della famiglia Bianchi in questa fase così significativa, quella in cui nasce una Bianchi 5.0Sarà un privilegio guidare questa azienda verso il futuro. La nuova fabbrica rappresenta non solo un simbolo di ispirazione e innovazione, ma ci consentirà di competere ai massimi livelli di mercato grazie all’efficientamento dei processi. Abbiamo obiettivi ambiziosi e questo nuovo stabilimento ci aiuterà a raggiungerli”. afferma Gentili.

Marco Gentili, nuovo ceo di Bianchi, con il proprietario dell’azienda il Cavalier Salvatore Grimaldi.